Domenica 27 novembre, prima domenica di Avvento, si è tenuta presso la parrocchia San Vincenzo Maria Strambi di Piediripa la Giornata dell’Adesione all’Unitalsi delle sottosezioni di Macerata, Pollenza, Treia e Urbisaglia. L’Unitalsi è un’associazione nata all’inizio del secolo scorso, allo scopo di organizzare pellegrinaggi nei santuari mariani, nei quali condividere il cammino con malati e disabili, cioè con coloro che appaiono più deboli agli occhi del mondo. Con il passare degli anni l’Unitalsi non si è solo occupata di pellegrinaggi, ma ha realizzato anche una serie di progetti in grado di offrire risposte concrete ai bisogni di ammalati, disabili e persone in difficoltà nei loro ambiti di vita. Quella dell’Unitalsi è una storia di servizio, amorevole e gratuito, alimentato dal desiderio di tanti volontari di essere uno “strumento” nelle mani di Dio.

Alla Giornata dell’Adesione erano presenti amici dell’associazione, malati, disabili e volontari, l’Assistente Spirituale don Franco Pranzetti, il Presidente della sottosezione di Macerata Vincenzo Cannelli e la vicepresidente Giuseppina Fermani, tutti hanno rinnovato la propria adesione associativa alla presenza del vescovo Nazareno Marconi. Nell’omelia, mons. Marconi ci ha ricordato che «con l’Avvento inizia un cammino verso il Natale, verso Gesù che ci viene incontro». L’immagine dell’essere in cammino è importante, perché ci dice che nessuno è “arrivato”, nessuno è “perfetto”. Nel corso dell’incontro si è ricordato come quest’anno ricorrano gli 80 anni dall’istituzione della Sottosezione Unitalsi di Macerata e si è pregato perché l’Associazione non smarrisca mai il senso della missione per cui è stata fondata: farsi prossimo agli ultimi e ai malati con amore, umiltà e generosità. 

Print Friendly

Comments

comments