Cosa fa un pittore quando ha bisogno di esprimere le sue emozioni? Dipinge, crea un quadro, un insieme di sentimenti non espressi, un puzzle di idee, di colori, di forme. Un gruppo di stili diversi, di pennellate calme e nervose, di rappresentazioni semplici o complesse. Il quadro, espressione di qualcosa che si vuole raccontare ma che spesso non si ha il coraggio di pronunciare. Sembra facile portarlo a compimento, eppure è una delle cose più difficili che esistano. Spesso, infatti, manca l’ispirazione, qualcosa che stimoli il pittore, che gli permetta di partire una volta per tutte per questo lungo viaggio che è la creazione di un quadro. Altre volte l’ispirazione si perde strada facendo, magari per qualche motivo ci si scoraggia e non si riesce a trovare un punto fermo, un riferimento attraverso cui l’artista possa non smarrire la strada.

E allora che si fa? Si osserva, si ascolta, si dialoga. Insomma, si entra in contatto con ogni cosa che si incontra sul proprio cammino, dalle persone ai luoghi, dai paesaggi ai suoni, da uno sguardo a una carezza, da un pianto a una risata. Tante volte è sufficiente vivere uno solo di questi momenti, tante volte non basta incontrarne molti. Una sola cosa è certa: prima o poi l’ispirazione arriva, ed è proprio in quell’esatto momento che scatta nel pittore come un meccanismo, una molla che lo spinge a creare qualcosa di nuovo, di misterioso e meraviglioso.

serviziocivilenazionale_rimini

Questa è la Caritas, un quadro ricco di molte cose, di volontari che si spendono per le persone che incontrano, di ragazzi in servizio civile che li affiancano e li sostengono nel loro cammino, di servizi e opportunità che permettono un incontro con le persone bisognose, chiunque esse siano, con l’obiettivo di trasmettere la carità cristiana e di accompagnare le persone in un percorso che gli restituisca la dignità e li renda autonomi.

La Caritas è l’organismo pastorale istituito al fine di promuovere la testimonianza della carità nella comunità cristiana, in forme adeguate ai bisogni e ai tempi, in vista dello sviluppo integrale dell’uomo, della giustizia sociale e della pace, con particolare attenzione agli ultimi e con prevalente funzione pedagogica. ( art. 1 – Statuto)

L’obiettivo essenziale della Caritas è aiutare la comunità diocesana a diventare comunità di carità, cioè una comunità che si distingue, che si caratterizza per l’attuazione pratica del precetto evangelico dell’amore. Sensibilizzare la Chiesa locale, i singoli cristiani e l’intera comunità al senso della carità verso le persone in situazioni di bisogno e al dovere di promuovere azioni pastorali di tipo caritativo ed assistenziale. Le azioni che vengono realizzate a livello diocesano sono suddivise in ambiti di intervento che riguardano la Promozione Caritas, la Promozione Umana, la promozione della Mondialità e giovani.

Nell’ambito della PROMOZIONE CARITAS troviamo i servizi che si occupano di sviluppare i centri di ascolto parrocchiali e promuovere la diffusa capacità di ascolto nelle parrocchie attraverso i laboratori di Promozione Caritas; di impegnarsi ad una lettura costante delle povertà che incidono sul territorio diocesano a partire dall’Osservatorio della povertà e delle risorse; gestire i servizi mensa, segretariato sociale, accoglienza e scuola di italiano attraverso l’Ass. Centro di ascolto e di Prima accoglienza ONLUS sita in Rampa Zara.

incontri-parrocchie

L’osservatorio delle povertà e delle risorse L’osservatorio è uno strumento pastorale della chiesa diocesana; il suo obiettivo è “aiutare la comunità cristiana a osservare sistematicamente le situazioni di povertà, di disagio, di emarginazione, di esclusione presenti sul territorio e le loro dinamiche di sviluppo, comunicando e rivolgendosi alla comunità ecclesiale e all’opinione pubblica, favorendo il coinvolgimento e la messa in rete dei diversi attori sociali (pubblici e privati) impegnati sul territorio verificando ed approfondendo l’utilizzo delle risorse e stimolando eventuali proposte di intervento” (Cei, nota pastorale “la chiesa in Italia dopo Loreto”, 1985). La Caritas diocesana ha aderito e promuove il progetto “OspoWeb” per la raccolta e l’elaborazione dati.

L’ambito della PROMOZIONE UMANA è quello che direttamente si confronta con il mondo del bisogno attraverso la creazione di opere-segno, cioè opere che hanno come scopo quello di aiutare e promuovere la dignità della persona.

emporio-1L’emporio della Solidarietà Il progetto, promosso dalla Caritas diocesana in collaborazione con diverse realtà e con il Comune di Macerata, cerca di contrastare le povertà attraverso una presa in carico globale della persona a cui, dopo essere stata accolta ed ascoltata nei diversi centri in rete con la Caritas diocesana, verrà proposto un vero e proprio percorso di fuoriuscita dalle difficoltà che prevederà, tra l’altro, anche l’accesso all’ “Emporio della Solidarietà”: qui, la persona potrà prendere gli alimenti che preferisce per sé e per la propria famiglia trovando volontari disponibili a supportarlo nella scelta e nella gestione del proprio budget mensile (che verrà espresso in punti). Chiunque volesse accedere all’Emporio dovrà compilare un’apposita domanda che troverà presso la propria Caritas oppure al centro di ascolto diocesano o al Punto Acli Famiglia. La domanda verrà successivamente esaminata dalla commissione valutatrice.

Negli ambiti della PROMOZIONE MONDIALITA’ e del coinvolgimento dei GIOVANI la Caritas pone l’attenzione sul povero nel mondo, impegnandosi ad essere strumento per una cultura della solidarietà e privilegiando la scelta educativa prima di quella operativa.

serviziocivilenazionale_roma

La Caritas diocesana promuove il volontariato sia singolo che organizzato, nelle diverse aree di bisogno del nostro territorio, attraverso attività di animazione e formazione e grazie anche a progetti di Servizio civile Nazionale. L’impegno e l’investimento nel servizio civile nazionale rimane prioritario in quanto occasione privilegiata di incontro con i giovani.

Particolare riguardo viene posto a ciò che accade nel mondo e che inevitabilmente interpella ogni cristiano. Attraverso un costante lavoro di rete con le altre realtà presenti a livello locale, sensibilizza tutta l’opinione pubblica su tematiche riguardanti la povertà, l’emarginazione, l’emergenza ambientale, i diritti umani, aderendo a campagne di mobilizzazione mondiale come “Una sola famiglia umana. Cibo per tutti, è compito nostro”.

incontri-scuole-cibo-per-tutti-2 “Una sola famiglia umana. Cibo per tutti, è compito nostro”.  In questi due anni la campagna è stata promossa in molte scuole e in alcune parrocchie del territorio diocesano coinvolgendo circa 1500 tra bambini ragazzi e giovani.  Destinatari diretti sono stati questi ultimi perché crediamo che siano loro che devono rendere il mondo un luogo migliore per sé stessi e per le generazioni future. Hanno il diritto di conoscere come vanno le cose e nostro compito è riuscire a farli innamorare della bellezza del nostro mondo e accendere in loro il desiderio, il sogno di contribuire a cambiarlo, partendo dai piccoli gesti quotidiani.  Abbiamo cercato di trasmettere loro che un cambiamento dello stile di vita, inteso come il cambiamento di quelle nostre pratiche quotidiane di consumo (e non solo) che influiscono sulle dinamiche mondiali e ambientali a livello micro e macro, è possibile.

Altra grande sensibilità della Caritas e della chiesa tutta è quella del lavoro e delle giovani generazioni. Il progetto Policoro promosso con la pastorale sociale e del lavoro e la pastorale giovanile accompagna i giovani nel discernimento della propria vocazione umana e professionale sostenendoli anche in percorsi di autoimprenditorialità.

SITO CARITAS: www.caritas.diocesimacerata.it  | pagina Facebook: Caritas Macerata.

visita-citta-castello-volontari-2

Print Friendly

Comments

comments