Il cardinal Menichelli e Vittorio Sgarbi ricordano Liana Lippi

Sabato 26 novembre, dalle ore 17, a San Severino Marche, due incontri dedicati alla professoressa già soprintendente dei Beni Architettonici e Paesaggistici della regione

0
93
Nella foto: la professoressa Liana Lippi (al centro) insieme a Vittorio Sgarbi e al sindaco Rosa Piermattei

La città di San Severino Marche ricorderà la professoressa Liana Lippi, donna di grande cultura, già soprintendente ai Beni Architettonici e Paesaggistici delle Marche, recentemente deceduta. Il Comune ha organizzato una serie di iniziative che verranno ospitate sabato 26 novembre con una Messa, a partire dalle ore 16, che verrà celebrata dal cardinal Edoardo Menichelli, arcivescovo di Ancona – Osimo, presso la chiesa di Santa Maria della Pieve, nel rione Settempeda.

Il cardinale Menichelli

vittorio-sgarbiA seguire, con inizio alle ore 17, al teatro Italia il professor Vittorio Sgarbi, critico d’arte legato da uno strettissimo rapporto con la professoressa Lippi, traccerà un ricordo subito dopo il saluto del sindaco, Rosa Piermattei. Nel corso dell’incontro sono inoltre previste le testimonianze del dottor Francesco Scoppola, già soprintendente delle Marche, del professor Ivo Costamagna e del professor Stefano Papetti, presidente della Fondazione Salimbeni con cui la Lippi organizzò a San Severino e nel territorio incontri e mostre di straordinario valenza.

A San Severino Marche, grazie al contributo della professoressa Lippi, sono state organizzate tante esposizioni: da quella sui fratelli Salimbeni, a quelle su Lorenzo d’Alessandro e Bernardino di Mariotto. Mostre che hanno contribuito a far conoscere pittori di San Severino prima relegati a una élite di studiosi e, soprattutto, hanno consentito di restaurare affreschi ancora presenti nelle chiese settempedane. A queste si aggiungono le importanti mostre sul Barocco e su Filippo Bigioli.

Print Friendly

Comments

comments