Cerimonia di vestizione per otto giovani del coro dei Pueri Cantores

0
200

Anche quest’anno, in occasione della festa di Santa Cecilia, i Pueri Cantores “D. Zamberletti” hanno avuto la gioia di accogliere nuovi cantori tra le loro fila. In otto sono stati protagonisti della cerimonia di vestizione che si è svolta nell’Aula Sinodale di via Cincinelli, poiché la chiesa del Sacro Cuore è chiusa a causa del terremoto. Il vescovo, mons. Nazzareno Marconi, ha presieduto la celebrazione eucaristica, affiancato da don Ariel Veloz Mendez e don Piergiorgio Copparo, parroci del Sacro Cuore.
“Chi canta prega due volte”. Ricordando questa frase di Sant’Agostino, mons. Marconi, si è rivolto ai fedeli presenti, e in particolare ai Pueri Cantores (erano circa 50 guidati dal maestro Gian Luca Paolucci), per indicare la maggiore sintonia dell’uomo con Dio che si crea proprio attraverso il canto che non permette “distrazioni”.
I nuovi cantori vanno ad aggiungersi al gruppo numeroso dei Pueri Cantores “D.Zamberletti” che è attivo in città dal 1960. Voluto da don Fernando Morresi per animare la liturgia domenicale alla chiesa del Sacro Cuore, il coro si è sviluppato negli anni e ha al suo attivo diverse collaborazioni, a cominciare da quella con l’Associazione Sferisterio di Macerata.
La funzione principale del coro rimane quella di animare le celebrazioni eucaristiche al Sacro Cuore, per questo don Ariel ha ipotizzato ed augurato che, dopo il sopralluogo dei tecnici, si possa riaprire presto la chiesa, magari per il Santo Natale.

 

Print Friendly

Comments

comments