«La bontà di Dio verso di noi è così grande che vuole che i suoi doni siano i nostri meriti»: così, riprendendo sant’Agostino, si è espresso il segretario della Congregazione per la Dottrina della Fede Mons. Luis Francisco Ladaria Ferrer, invitato martedì 8 novembre ad Ancona in occasione dell’apertura ufficiale dell’anno accademico dell’Istituto Teologico Marchigiano e dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Lumen gentium”, e la cui prolusione aveva per tema «La giustificazione mediante la fede: lo status quaestionis nell’attuale dibattito ecumenico».

aa-itm-03Davanti ad un’aula magna affollatissima, sono intervenuti inoltre il preside dell’Istituto Teologico Marchigiano don Enrico Brancozzi, il direttore dell’Issr di Ancona don Giovanni Varagona e il Cardinal Edoardo Menichelli, Arcivescovo di Ancona e moderatore degli Istituti. Prendendo la parola, Mons. Ladaria ha ricostruito, per cenni, la genesi dello scontro cattolico-luterano sulla giustificazione, punto fondamentale del pensiero di San Paolo, ricordando che, grazie a diversi studi e dialoghi (che certamente non hanno risolto tutti i problemi) si è potuto constatare che ci sono non pochi punti di consenso tra le due “correnti”. A certificare questi passi avanti è l’importantissima Dichiarazione congiunta del 1999, testo sul quale il prelato spagnolo si è soffermato in modo particolare, tenendo a precisare che tale documento «esprime un consenso su verità fondamentali, insisto: non dice “tutte le verità”, ma “su verità”, lasciando aperta la misura di questo consenso».

aa-itm-06
Il segretario della Congregazione per la Dottrina della Fede, Mons. Luis Francisco Ladaria Ferrer

Precedentemente Mons. Ladaria ha ringraziato l’allora prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede Joseph Ratzinger «che si impegnò in prima persona affinché questo importante accordo arrivasse in porto». Accordo che riconosce le differenze dottrinali e che, pur rimanendo, non giustificano più la separazione delle Chiese. Va preso però atto di differenti priorità teologiche: per la Chiesa cattolica la prima verità di fede è il mistero della Santissima Trinità, mentre l’articolo della giustificazione mediante la fede, svincolata dalla cooperazione umana, è per i luterani l’unico criterio.

Da qui la necessità di proseguire nel dialogo ecumenico, in un percorso comune di studio e di approfondimento volto a coniugare l’indispensabile verità dottrinale con la necessaria comunione, come ricordato da Mons. Ladaria, chiedendo al Signore la «grazia dell’unità, che Gesù stesso ha desiderato: non dimentichiamo che “Ut unum sint” (“perché siano una sola cosa” Gv, 17) non è soltanto un suo desiderio, ma una preghiera che fa al Padre ed è nostro dovere adoperarci per conoscere di più le cause di questi conflitti, affinché il desiderio del Signore sia realizzato in pieno».

Da sinistra Don Enrico Brancozzi, Mons. Luis Francisco Ladaria Ferrer, il Cardinal Edoardo Menichelli e don Giovanni Varagona
Da sinistra Don Enrico Brancozzi, Mons. Luis Francisco Ladaria Ferrer, il Cardinal Edoardo Menichelli e don Giovanni Varagona

Guarda il video dell’incontro:

Print Friendly

Comments

comments