Montelupone, un borgo «in sicurezza»

0
99

Rientra l’emergenza a Montelupone; il centro storico non è più chiuso al traffico, le scuole sono riaperte e sono state messe in sicurezza alcune zone pericolose che andranno poi risanate. Rimane comunque notevole il disagio degli “sfollati” che hanno dovuto lasciare le proprie abitazioni, alcune strade interne restano interrotte per la presenza di vecchie abitazioni pericolanti, 270 cittadini hanno chiesto il sopralluogo delle proprie case e le chiese sono inagibili fin dal 24 agosto.

Gli amministratori, nonostante le poche risorse disponibili, da due mesi e mezzo lavorano per assicurare l’incolumità di tutti i cittadini, monitorare la sequenza dei danni provocati dal sisma e mettere in sicurezza i vari guasti. Seguiranno poi, nel tempo, le ristrutturazioni, i miglioramenti, gli adeguamenti. Intanto, gli incontri dell’Amministrazione con i cittadini si rivelano utili a rasserenare gli animi turbati.

dscn7727

Nonostante le ferite sparse qua e là, tutte sotto controllo e in sicurezza, il centro storico di Montelupone è tornato ad essere del tutto vivibile e, mentre continua l’impegno di amministratori, Utc e maestranze, Polizia municipale, Protezione civile e addirittura dell’Ufficio del turista (si affacciano ancora dei turisti, compresi i ciclisti), la piazza e via Regina Elena sono di nuovo piene di auto e gli esercizi commerciali accolgono i clienti organizzando nuove iniziative.

Print Friendly

Comments

comments