Logistica del farmaco e 118: al via il progetto in ambito regionale

«Si tratta di scelte organizzative per dare risposte efficienti e coerenti con i bisogni assistenziali», spiega il presidente della Regione, Luca Ceriscioli

0
110

Risparmio e ottimizzazione dei servizi. In questa logica la giunta regionale ha approvato un atto di indirizzo vincolante per l’Asur per la redazione del progetto per l’organizzazione della logistica del farmaco e la riorganizzazione delle funzioni del 118 in un’unica sede regionale. Il progetto dovrà prevedere vantaggi economici e funzionali, costi complessivi, identificare i beni necessari per l’espletamento delle funzioni e quantificare economicamente l’onere di acquisizione in base ai prezzi di mercato.

«Si tratta di scelte organizzative per dare risposte efficienti e coerenti con i bisogni assistenziali – spiega il presidente della Regione, Luca Ceriscioli –, in particolare per una adeguata logistica del farmaco e per le funzioni della centrale regionale del 118, non solo per la gestione dell’emergenza ma anche per la gestione dei trasporti di emergenza sanitari e socio-sanitari». Per l’organizzazione della logistica del farmaco e delle funzioni del 118 l’iter procedurale presuppone il reperimento da parte di Asur delle aree e dei fabbricati necessari se non disponibili nel proprio patrimonio. I risparmi derivanti da una logistica del farmaco unitaria di carattere regionale, in un quadro economico difficile del sistema sanitario, aggravato dai tragici eventi sismici, potrebbero così essere messi più utilmente a disposizione per rispondere ai crescenti bisogni assistenziali.

«Concentrare tutto in un’unica struttura, nuova, antisismica dove ottimizzare le attività – aggiunge il presidente – questa la logica virtuosa che stiamo perseguendo per dare risposte serie al bisogno di salute dei marchigiani».

Print Friendly

Comments

comments