dsc_3051Riceviamo e trasmettiamo dal Comune di Macerata:

Sono iniziate questa mattina le operazioni di messa in sicurezza della lanterna della chiesa di san Paolo in piazza della Libertà (nelle foto l’inizio delle operazioni) lesionata dai recenti eventi sismici. Le lesioni sono consistite nel taglio in più punti dei pilastrini in muratura che costituiscono la lanterna a pianta ottagonale e hanno comportato l’espulsione delle finestre in ferro e vetro.

Per la lanterna, che si trova  a 64 metri di altezza, verrà predisposta una cerchiatura con tubi innocenti dopo aver realizzato sbatacchiature con tavole e martinetti a contrasto all’interno della lanterna stessa. Per renderla più stabile verranno realizzati 4/8 stralli da ancorare sul tetto che sovrasta la cupola con tirantature in barre di acciaio vincolate alla muratura del tamburo.

Il progetto delle opere di messa in sicurezza approntato dal Comune di Macerata, proprietario della struttura, ed eseguito dalla ditta Alessandrini di Montefortino, ha avuto l’assenso della Soprintendenza per i Beni architettonici e paesaggistici delle Marche nella persona dell’architetto Pierluigi Salvati, del vice comandante dei Vigili del Fuoco Mirco Mattiacci e dell’architetto Francesco Ascenzi responsabile dell’area tecnica dell’Università di Macerata.

Come noto per la situazione che si è venuta a creare è stata emessa un’ordinanza con cui è stata stabilita la chiusura di via don Minzoni, lo sgombero delle abitazioni e degli esercizi commerciali che si trovano nella zona e la facoltà di Giurisprudenza nel complesso annesso alla chiesa.

Le operazioni di messa in sicurezza dureranno ancora per qualche giorno.

img_9344

Print Friendly

Comments

comments