La comunità di Colmurano si ritrova all’interno del suo Palazzetto dello sport. Un luogo divenuto, se possibile, ancor più “polifunzionale” a seguito delle scosse di terremoto che stanno devastando il territorio di Marche e Umbria. L’ultimo sisma ha reso il Centro storico una “zona rossa”, interdetta dato il pericolo crolli e l’inagibilità delle abitazioni. In particolare, il pericolo più grande riguarda la Torre Civica, a rischio crollo.

img-20161101-wa0002
Un momento della Messa celebrata oggi per la Festa di tutti i Santi (Foto Mahena Mariani)
A sera il Palazzetto diventa dormitorio per chi non può rientrare in casa
A sera il Palazzetto diventa dormitorio per chi non può rientrare in casa (Foto Mahena Mariani)

L’unico spazio “agibile” alla cittadinanza rimane, dunque, il Palazzetto: in queste ore luogo deputato alla celebrazione della Messa per la Festa dei Santi, e per le ulteriori liturgie che si avvicenderanno; poi mensa e, a sera, dormitorio. Importante il lavoro svolto dai volontari, dall’Amministrazione comunale, dalla Protezione civile, dalle autorità militari e dalla Società operaia di Colmurano, realtà storica del paese (leggi qui l’articolo) che, ancora una volta, si è messa a servizio della comunità per la somministrazione dei pasti e l’assistenza a chi non può attualmente tornare alle proprie abitazioni.

Il Centro storico di Colmurano divenuto "zona rossa" (Foto Mario Lambertucci)
Il Centro storico di Colmurano divenuto “zona rossa” (Foto Mario Lambertucci)
Print Friendly

Comments

comments