Le parrocchie di Montelupone dopo il sisma

0
370

A causa del terremoto dello scorso agosto, aggravato dalla ultime scosse, le chiese della parrocchia Santi Pietro e Paolo di Montelupone non sono agibili. La messa viene quindi celebrata all’interno della sala parrocchiale e anche la casa canonica non è al momento abitabile, di conseguenza il parroco don Gianfranco Ercoletti sta alloggiando nei locai dell’oratorio.

Il cimitero cittadino risulta in parte danneggiato ma il danno maggiore lo ha subito palazzo Tomassini, probabile opera dell’architetto Valadier (1762-1839). Una ventina di persone sono ospitati in un hotel del territorio.

A san Firmano, parrocchia situata nell’ambito del comune di Montelupone ieri sono state le messe all’aperto, ma la chiesa risulta agibile pur presentando un gonfiore all’esterno. La messa d’orario è alle 19, fino al 10 novembre. Il parroco don Gregory Linnik ci ha comunicato che nella sua parrocchia sabato 5 novembre alle ore 7.30 la celebrazione eucaristica della parrocchia sarà trasmessa in diretta da Radio Maria.

Print Friendly

Comments

comments