Il portone chiuso
Il portone chiuso

La chiesa dell’Abbadia di Fiastra era già stata chiusa nei giorni scorsi soprattutto per motivi precauzionali, in quanto le scosse di mercoledì avevano prodotto il distacco di modeste quantità di calcinacci.

La scossa di domenica mattina, 30 ottobre, però ha provocato il distacco e la caduta sul pavimento della navata centrale di alcuni mattoni che tamponavano una finestrella cieca in alto, a ridosso dell’abside.

In tempi normali la domenica alle 7:30 viene celebrata la prima Eucaristia della giornata e quindi la chiusura della chiesa ha evitato che la scossa delle 7:40 di 6,5° mettesse a rischio l’incolumità dei fedeli presenti.

Padre Giovanni Frigerio celebra la S.Messa domenica 30 ottobre
Padre Giovanni Frigerio celebra la S.Messa domenica 30 ottobre

Come era peraltro già stato deciso, la celebrazione delle 10, tradizionalmente più affollata, è stata celebrata nel piazzale antistante l’abbazia, seguita da molte persone.

fiastra-4
La navata centrale

Domani, giorno di Ognissanti, sarà celebrata la Messa alle ore 10 nel piazzale antistante la chiesa, tutto il complesso è infatti stato chiuso per motivi precauzionali e in attesa di ulteriori accertamenti, a esclusione della zona di alloggio dei monaci.

Mattone giunto quasi a metà chiesa
Mattone giunto quasi a metà chiesa
Mattoni al centro della navata
Mattoni al centro della navata

 

 

 

 

 

fiastra-8
La finestrella, in alto sulla destra
fiastra-7
La finestrella da cui sono caduti i mattoni di tamponamento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A Urbisaglia il primo novembre saranno celebrate 2 Messe: alle 9 nel teatrino parrocchiale e alle 11 – condizioni meteo permettendo – in piazza, di fronte alla chiesa.

Print Friendly

Comments

comments