diaz04
Giardini Diaz, Santa Messa alle ore 12

La nuova violentissima scossa delle 7:40 di stamattina ha provocato danni gravissimi nei luoghi più prossimi al sisma, ma ha colpito pesantemente anche i comuni della nostra diocesi con crolli e lesioni diffuse.

Per la città di Macerata il vescovo ha deciso di celebrare un’unica liturgia ai giardini Diaz, dove alle ore 12 sono affluite più di 600 persone.

Nel corso dell’omelia monsignor Marconi ha sottolineato che: «Noi non crediamo in un Dio che si vendica. Dio vuol bene al mondo e agli uomini. La preghiera che abbiamo recitato all’inizio, per il terremoto, non ha chiesto: “Signore salvaci il conto in banca”, ma “Signore salva le nostre famiglie”. Il terremoto ci richiama a stare insieme, a farci coraggio, a sentirci una sola famiglia».

diaz01_1
Mons. Marconi presiede l’Eucaristia ai Giardini Diaz di Macerata

Ha quindi proseguito:«Il terremoto è maledetto per le tragedie che provoca, ma non è solo maledetto: non è solo maledetto se ci insegna la solidarietà, la vicinanza, e questo significa leggere con fede quanto ci sta succedendo. Ci raccomandiamo a Dio, ma ci sosteniamo gli uni con gli altri.».

Quindi il vescovo ha concluso raccontando come ha risposto a una persona che gli chiedeva quanti danni avesse avuto la Chiesa: «Danni della Chiesa? Cose vere a 0, perché non è morto nessuno. A edifici e strutture della Chiesa invece tanti, ma non sono questi che ci devono angosciare».

Il vescovo ha informato che, su richiesta del sindaco di Macerata Carancini, la diocesi ha messo a disposizione l’aula sinodale per accogliere chi ne avesse necessità. La struttura, una grande cupola con travature in legno lamellare curvato, è assolutamente sicura.

Monsignor Marconi ha anche comunicato che il I Novembre, giorno di Ognissanti, verrà celebrata un’unica Messa alle 11,30 ai giardini Diaz, il 2, Commemorazione dei defunti, saranno celebrate due Sante Messe al Cimitero alle 10,30 e alle 15.

Anche in diocesi sono state numerose le parrocchie in cui le celebrazioni sono avvenute all’aperto. Per motivi di inagibilità o anche solo per tranquillità.

fiastra01
Padre Giovanni Frigerio celebra la S. Messa

All’Abbadia di Fiastra alle ore 10 la Messa è stata celebrata da padre Giovanni Frigerio nel piazzale di fronte all’ingresso della chiesa, alla presenza di alcune centinaia di fedeli.

fiastra02
Abbadia di Fiastra, ore 10

 

 

 

 

 

urbisaglia9
Urbisaglia, Santa Messa delle ore 9

 

A Urbisaglia Messe ugualmente all’aperto.

 

 

 

Chi volesse inviare immagini e notizie della propria parrocchia, scriva a redazione@emmausonline.it

Print Friendly

Comments

comments