«Liberiamo il lavoro», una questione sociale

Questo il tema dell’incontro pubblico con il prof. Alberto Lo Presti, organizzato da Agorà e Mppu il 4 novembre prossimo, alle ore 21,15, presso il Centro culturale polivalente in via Verdi, n. 10, a Macerata

0
164

“Liberiamo il lavoro, questione sociale, economia civile e politica partecipata” è il tema scelto dall’Associazione Agorà di Macerata e dal Movimento politico per l’unità, in collaborazione con il Centro Servizi Volontariato, per l’incontro pubblico che avrà luogo venerdì 4 novembre, alla ore 21.15, a Macerata, presso il Centro culturale polivalente in via Verdi. La relazione sarà tenuta dal prof. Alberto Lo Presti, Docente all’Università Gregoriana di Roma e all’Istituto universitario “Sophia” di Loppiano (Fi). Saranno previsti interventi da parte di operatori sociali, imprenditori, sindacalisti e ampio dialogo con i partecipanti. Il prof. Lo Presti è anche curatore del libro di Von Ketteler, «La questione operaia e il cristianesimo», Città Nuova Editrice, Roma 2015.

incontro-su-liberiamo-il-lavoroIl tema dell’incontro è quanto mai cruciale specie in questo momento così difficile, vista la drammatica realtà della disoccupazione, soprattutto giovanile. Emerge oggi una visione economicistica del lavoro, in quanto siamo ancora «dentro un’economia che usa le persone per produrre più economia», che sostanzialmente, come dice papa Francesco, genera “esclusione e inequità”, come pure separazione tra occupati garantiti e disoccupati esclusi. Per liberare il lavoro si rende dunque estremamente necessario un modello di sviluppo basato su un nuovo paradigma economico di “economia civile” e su un nuovo modello politico, per l’appunto di “politica partecipata”, con dentro una visione umanistica del lavoro, come qualcosa di necessario e “decente” per lo sviluppo integrale dell’uomo che ha in sé una sua dignità che va particolarmente coltivata. E qui ci viene in aiuto il libro di Von Ketteler, di estrema attualità – al quale il prof. Lo Presti farà riferimento – che affronta varie questioni con straordinaria capacità di analisi e costituisce l’inizio del pensiero sociale della Chiesa, dal quale attingere risposte importanti e proposte credibili per affrontare le sfide dell’attuale crisi epocale.

Print Friendly

Comments

comments