Il Lions Club Macerata Host incontra Anna Maria Cancellieri

Meeting ordinario a Villa Quiete alla presenza dell'ex ministro che ha presentato il lavoro «La vita è bellissima»

0
141

Serata interessante quella organizzata dal presidente del Lions Club Macerata Host, Gianfranco Bernabucci, con l’intervento di Sua Eccellenza il Prefetto Anna Maria Cancellieri, già Ministro degli Interni e Ministro della Giustizia, spesso scelta dallo Stato per compiti gravosi viste le sue doti e competenze tecniche, per la sua alta statura morale e per la sua grande onestà intellettuale.

L’alto funzionario dello Stato, alla presenza di numerosi officer Lions e del Prefetto Paolo Orrei, oltre a molti soci del club, ha introdotto piacevolmente il suo testo «La vita è bellissima», dove racconta la sua vita, la vita di una donna che ha saputo coniugare il suo impegno civile con quello di madre e moglie, fino a diventare ministro della Stato.

Riassumendo i suoi ricordi, Cancellieri ha precisato quanto «il Paese è cambiato, e quanto sia cambiato il rapporto con i giovani e le loro prospettive, rispetto al passato». Una volta, infatti, ha ricordato il funzionario «l’ingresso era per merito e solo una piccolissima percentuale di ragazzi che accedeva a concorsi per un posto di lavoro aveva “raccomandazioni”. Era – ha aggiunto – una generazione con grande senso del dovere e preparazione ma riconosco che, allora, per i giovani c’erano tante strade che si aprivano verso il futuro. Oggi se non si ha qualcuno alle spalle non si vince alcun concorso…».

Nonostante la sua posizione di rilievo, Anna Maria Cancellieri poi si è intrattenuta con grande gentilezza e disponibilità salutando tutti ed intrattenendosi con i commensali, senza mancare di rispondere con entusiasmo alle domande fatte dalla platea alla fine del suo intervento. «L’etica deve essere come pietra angolare nella società e come base nell’educazione dei giovani per formare una società sana e protesa verso il futuro»: parole che ricalcano alla perfezione il motto del Governatore del distretto, Marcello Dassori, che ha fatto dell’etica nel lionismo il cuore del suo anno di mandato.

Un appuntamento prezioso, insomma, all’insegna dell’armonia, della bellezza e di un’etica che ci si augura possa diventare autentico motivo conduttore e fonte di dignità per ogni persona prima e per ogni lion poi.

Print Friendly

Comments

comments