Expo del Volontariato, esempio di fraternità «vissuta»

Prossimo appuntamento il 16 novembre per il "San Martino delle Associazioni"

0
133

Sabato 22 ottobre, si è conclusa la terza edizione del Volontariato expo in piazza della Libertà a Tolentino, “Città per la fraternità” (leggi qui l’articolo). La fraternità è stata vissuta tra persone, tra Associazioni e Istituzioni per rafforzare i legami sociali di base nell’epoca del pensiero debole e della società liquida. Sermit-Progetti di amore, Avis, Aido, Avulss, Auser, Agesci-scout, Agorà-scuola di partecipazione, Associazione Mpvm, Associazione Ponti del Diavolo, Unitalsi, Associazione nazionale carabinieri, Croce Rossa, Associazione Maestri cattolici, Associazione allievi e docenti Maestre Pie Venerini, Banco Alimentare, Associazione Città per la fraternità con i delegati nazionali Giuliana Salvucci e Stefano Cardinali, l’ Assessore ai servizi sociali Fausto Pezzanesi, Luca Romagnoli e Sindaco hanno messo in comune brani di vita al servizio degli ultimi e dei sofferenti, ciascuno nella sua porzione di umanità, nel Sud del mondo o dentro la città. La fraternità è questa attenzione incondizionata all’altro nella sua libertà, uguaglianza ed unicità.

img_20161022_171345Gli studenti di terza media e delle superiori hanno girato tra gli stand ed ascoltato l’esperienza delle singole associazioni traendo motivi per un impegno nel volontariato come via maestra e immediata di donazione agli altri. Una docente delle superiori ha proposto un interessante progetto di alternanza scuola-volontariato con stage per apprendere l’ascolto del dolore e delle povertà nelle sedi delle associazioni. Un modo per uscire da un pericoloso individualismo e dall’espansione narcisistica dell’io che restringe l’orizzonte dei giovani smorzando la loro voglia di fare e di donarsi alla comunità.

L’impegno comune è quello da fare sinergia tra associazioni per un servizio integrato e competente alle persone, italiani e immigrati. In particolare si sta progettando un modo per accompagnare le famiglie in povertà assoluta con bambini insieme al Tavolo delle povertà, Ambito sociale e Assessorato ai servizi sociali, Caritas di Macerata, Acli e Centro servizi del Volontariato, alla rete di associazioni che si occupano di bambini, anziani, povertà, prevenzione e cura di malattie, sicurezza, integrazione interculturale, scuola e lavoro.

Prossimo appuntamento il 16 novembre per il “San Martino delle Associazioni” con una cena fraterna di centinaia di associati e cittadini, presso il Ristorante Chiaro e Scuro. Il prezzo speciale consentirà di donare 4 euro a persona Pro Sisma Tolentino. L’ideale della fraternità, lanciato da Chiara Lubich, vive a Tolentino, la città in cui Nicola ha lasciato un segno profondo.

Print Friendly

Comments

comments