La Comunità di Caresto
La Comunità di Caresto a Sant’Angelo in Vado (Pesaro-Urbino)

Il suo nome deriva dal colle su cui risiede a pochi chilometri da Sant’Angelo in Vado, in provincia di Pesaro-Urbino. Nata tra il 1993 e il 1994, la Comunità di Caresto è un centro di spiritualità matrimoniale che offre la possibilità di svolgere, nei fine settimana, ritiri per coppie di sposi e fidanzati. Don Piero Pasquini, fondatore e padre spirituale della “casa”, porterà la sua testimonianza all’incontro “Il nostro amore quotidiano”, in programma domenica 30 ottobre, dalle 15.30 alle 18.30, presso l’Aula Sinodale della Domus San Giuliano di Macerata. Un appuntamento promosso dall’Ufficio per la pastorale della Famiglia e della vita della Diocesi di Macerata come riflessione e confronto sul tema della “carità” in famiglia. Intervistato per i media diocesani, don Piero anticipa alcuni contenuti del suo intervento sull’esperienza dell’Amoris Laetitia di papa Francesco all’interno della sua comunità.

Don Piero, come si vive quotidianamente la “carità” all’interno della Comunità di Caresto?
Nei nostri ritiri cerchiamo di comprendere le dinamiche dell’amore per farlo “funzionare” bene, superando quei “difetti” che possono creare problematiche nelle coppie. L’impegno non è tanto quello di parlare di dottrine ma di inserirci in queste dinamiche e aiutare anche con un metodo pratico fornito da alcuni “allenamenti dell’anima”: l’amatevi come io vi ho amato.

Al centro dell’incontro di domenica 30 ottobre sarà l’Amoris Laetitia di papa Francesco…
Finalmente un documento che tutti possono comprendere! Papa Francesco parla “facile” e scrive nello stesso modo ed è concreto. A volte, nei documenti della Chiesa sono utilizzati termini difficili o ideologici. Dovendo comunicare a milioni di persone si usa un linguaggio universale, elevato culturalmente; altresì, il Pontefice tratta in modo preciso argomenti che affrontiamo giornalmente, come se condividesse egli stesso, continuamente, gli esercizi spirituali con le famiglie. In questo senso, Amoris Laetitia è ovviamente un testo molto bello e molto pratico, oltre che, nella sua complessità, per molti aspetti rivoluzionario.

Qual è la principale necessità, oggi, delle famiglie?
Le famiglie hanno bisogno di aiuto. Il Papa ci indica che la Chiesa deve presentarsi «come un ospedale da campo» che oltre alle prediche deve offrire dei servizi e la sua vicinanza. Ogni Diocesi dovrebbe avere almeno un punto di riferimento, ben attrezzato, capace di provvedere alle necessità delle coppie in difficoltà, in modo tale che queste, una volta tornate a casa, possano sentirsi ogni giorno sempre meglio.

2016-10-30_i_incontro_diocesano_per_famiglie-3

Print Friendly

Comments

comments