Scuola: rientrati anche i bambini di 3 anni

La scuola è stata ravvivata con nuovi colori e una nuova illuminazione e questo ha reso gli ambienti più allegri e accoglienti

0
139

Treia è riuscita nel primo dei tre obiettivi di ripresa ordinaria dell’attività scolastica. Dopo il gravissimo sisma del 24 agosto scorso, il primo plesso ad essere riaperto è stato quello della Scuola dell’Infanzia “Dolores Prato” di Treia. Questa mattina, lunedì 24 ottobre, le aule della scuola dell’infanzia sono tornate ad accogliere i bimbi, compresi i più piccolini di 3 anni di età, che sono potuti entrare, per la prima volta, nel circuito scolastico.

La scuola è stata ravvivata con nuovi colori e una nuova illuminazione e questo ha reso gli ambienti più allegri e accoglienti. In particolare, i lavori sono consistiti nella eliminazione dei controsoffitti pesanti, con demolizione e rifacimento dei controsoffitti originari, che erano stati ritenuti non sicuri a seguito delle indagini diagnostiche sugli elementi strutturali e non strutturali dei solai degli edifici scolastici, disposte dall’Amministrazione comunale ed eseguite da tecnici esperti del settore. Ora i lavori proseguono alacremente, per riaprire, entro il mese di novembre, anche le aule della scuola primaria, le cui scolaresche sono attualmente ospitate negli spazi disponibili del plesso della scuola di Chiesanuova e nei locali parrocchiali della stessa frazione.

Per tornare alla piena normalità c’è ancora molto. «L’Amministrazione comunale sta attendendo l’emanazione delle Linee Guida in materia di messa in sicurezza, che conterranno anche le indicazioni circa il grado di vulnerabilità sismica relativo agli edifici scolastici – si legge in una nota -, la prevedibile conseguenza, sarà, molto probabilmente, la realizzazione a Treia di un nuovo unico plesso scolastico, dedicato quanto meno alla popolazione scolastica di Treia e Passo Treia».

Print Friendly

Comments

comments