La Giunta comunale, con apposito atto, ha deliberato di formulare al Responsabile dei Servizi Sociali ed all’ufficio Segreteria, Contratti e Appalti i seguenti indirizzi:
posticipare la scadenza dei contratti per l’approvvigionamento delle Mense scolastiche, previo accordo con le ditte interessate, fino al 31 dicembre 2016 per consentire la gestione contabile nell’anno solare di riferimento e comunque fino al perfezionamento delle nuove gare d’appalto; procedere all’acquisto di derrate alimentari per le mense scolastiche e gli Asili Nido, il CentroArancia e il Centro Sociale Belli, privilegiando – ove possibile – la cosiddetta “filiera corta” e quindi l’approvvigionamento diretto dal territorio e il mantenimento delle ditte fornitrici, nel rispetto della normativa.

Infatti, è intenzione dell’Amministrazione Comunale provvedere all’approvvigionamento delle derrate alimentari per i seguenti servizi Mensa Scuola Grandi, Mensa Scuola Don Bosco, Mensa Scuola Lucatelli, Mensa Scuola King, Asilo Nido Il Cucciolo, Asilo Nido Green, CentroArancia Centro Sociale Belli, sulla base delle seguenti categorie merceologiche: generi alimentari vari, latticini e formaggi, carni bovine, carni avicole e suine, prosciutto cotto e crudo, frutta, verdura e legumi, surgelati, uova, pasta fresca, pane e altri prodotti da forno, olio extravergine di oliva e materiale di facile consumo.

Il Comune di Tolentino vuole continuare a perseguire la cosiddetta “filiera corta” e cioè “l’utilizzo di prodotti che abbiano viaggiato poco e abbiano subito pochi passaggi commerciali prima di arrivare alla mensa” ed inoltre, come Ente a diretto contatto con la società locale, ha il dovere e l’interesse a garantire un’alimentazione corretta dal punto di vista nutrizionale in quanto l’equilibrata alimentazione di oggi influisce sulla salute e sulle abitudini alimentari di domani (come peraltro indicato dalle “linee di indirizzo nazionale per la ristorazione scolastica”).

Il contratto in essere viene anche posticipato vista la positiva esperienza delle modalità di approvvigionamento finora perseguite, con l’apprezzamento sia da parte degli utenti che delle loro famiglie per la qualità degli alimenti e anche in considerazione del fatto che nell’esperienza di collaborazione con le ditte interessate, non ci sono mai state contestazioni sugli alimenti forniti durante i controlli Haccp, né da parte della ditta incaricata dall’Ente, né dall’Ufficio Asur e quindi si è ritenuto di continuare a privilegiare, per la fornitura delle derrate alimentari delle mense scolastiche, ove possibile, lo strumento della cosiddetta filiera corta.

Print Friendly

Comments

comments