Lo spirito giovane della parrocchia Santa Maria della Pietà di Recanati non smette di crescere nell’entusiasmo e nella condivisione e, anche quest’anno, per l’avvio del nuovo anno catechistico, famiglie, bambini ed educatori si sono messi in cammino alla volta di Loreto, per compiere un pellegrinaggio giubilare alla sequela del «Sì» di Maria.

img_5672

img_5674

Recitando infatti i Misteri gaudiosi del Rosario, tra canti festosi e i saliscendi tipici delle nostre terre collinari, nel pomeriggio, partiti dall’antica chiesetta di Santa Maria delle Grazie “benedetti” dal sole autunnale, giovani e meno giovani, guidati dal parroco padre Anthony Masciantonio, insediatosi da qualche settimana (leggi Qui), padre Dario Di Giosia, superiore provinciale, e padre Claudio Franceschini, hanno raggiunto la Basilica lauretana, attraversando la Porta Santa prima della celebrazione eucaristica presso le monache passioniste di Loreto.

img_5673

14650070_1181830388548486_8939099747339777449_n

14729398_1181830498548475_340724500265658366_n

14732380_1181830548548470_8247701821306265521_n

 

img_5675

img_5686

Qui in serata, durante l’omelia, riferendosi proprio all’esperienza di clausura delle religiose che, nel silenzio orante, contribuiscono a generare «l’amore per il mondo», padre Dario ha ricordato il valore del «bene fecondo che la preghiera rappresenta», quale «modo di “collaborare” con Dio per la costruzione del Regno dei Cieli»: per tutti dunque, alla vigilia della Giornata mondiale missionaria che la Chiesa celebra domani, domenica 23 ottobre, l’invito a continuare a pregare, «affinchè Dio ci faccia sempre scoprire e ci indichi come poter essere suoi strumenti per realizzare il suo disegno su di noi e sulla comunità».

14705698_1182003255197866_4629858003522935331_n

14705831_1182003141864544_5196237514362199093_n

img_5685

14681678_1182003091864549_4783083742828762755_n

img_5699

14650512_1181830661881792_6840613256679695081_n

 

img_5696

14681586_1182003468531178_4221925113451739114_n

img_5698

img_5698-1

(foto Dario Di Giosia)

Print Friendly

Comments

comments