Mini convegno dei ragazzi su santa Sperandia

Nel pomeriggio di sabato 15 ottobre gli alunni della 2°d dell'istituto Comprensivo «E. Mestica» di Cingoli, approfondiranno il tema del monachesimo, con uno sguardo particolare rivolto alla compatrona

0
337

La Scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo “E.Mestica” di Cingoli ha risposto con entusiasmo al graditissimo invito del Sindaco, prof. Filippo Saltamartini, a prendere parte ai festeggiamenti per l’VIII Centenario dalla nascita di Santa Sperandia, compatrona della città, con l’organizzazione di un “Miniconvegno dei ragazzi”.

Nelle vesti di veri e propri relatori -convegnisti in miniatura!-, gli alunni della classe 2°d del tempo prolungato esporranno a quanti vorranno partecipare all’incontro quello che hanno studiato a scuola circa il monachesimo, fenomeno tanto rilevante e storicamente influente a livello religioso, sociale e culturale. Santa Sperandia a Cingoli, infatti, è conosciuta anzitutto come monaca benedettina, ma dal documento del XIII secolo della cosiddetta “Vita Latina” (che al Miniconvegno verrà presentata dai ragazzi, in una delle sue quattro redazioni originali, quella in lingua volgare) si evince come fosse stata, per gran parte della sua vita, anche pellegrina ed eremita, coniugando vita attiva e contemplativa.

L’Avis di Cingoli, avendo avuto modo di conoscere e apprezzare l’iniziativa, si è prontamente offerta a sponsorizzarla (cogliendo l’occasione per far conoscere l’importante associazione anche tra i più giovani).

Il Miniconvegno dei ragazzi, dal titolo “Il Monachesimo e S.Sperandia” si svolgerà a Cingoli, nella Sala “Verdi”, nel pomeriggio di sabato 15 ottobre (a partire dalle ore 17).

Print Friendly

Comments

comments