Online il nuovo sito dell’Unione Cattolica della Stampa Italiana (Ucsi)

0
167

È on line il nuovo sito “aggregatore… di esperienze” dell’Ucsi (Unione Cattolica della Stampa Italiana). Il lancio è stato fatto in concomitanza con l’inizio della Scuola di alta formazione al giornalismo dedicata al vaticanista Giancarlo Zizola (1936-2011) che l’Unione cattolica stampa italiana promuove in questi giorni ad Assisi.

«Modifichiamo questo sito internet in un momento importante per la nostra associazione, mentre ad Assisi mettiamo in contatto le diverse generazioni dell’Ucsi e investiamo tempo, risorse ed energie per la formazione dei giovani comunicatori», spiega in una nota l’Unione. «Vorremmo che il sito diventasse sempre più la casa dell’Ucsi, un punto di riferimento per gli iscritti e un punto di contatto per gli altri. In fondo ci piace pensarlo come un aggregatore, non tanto di notizie quanto piuttosto di esperienze».

Per questo, nei primi giorni, prosegue la nota, «analizziamo i risultati del recente Rapporto Censis-Ucsi sulla Comunicazione da diverse angolazioni e con il contributo di tanti attenti osservatori; favoriamo subito, con un paio di sollecitazioni, il confronto sul tema “media e ragazzi” che caratterizza parte del nostro anno di attività; alimentiamo il dibattito a distanza sugli effetti della disintermediazione digitale (nella rubrica “Idee” c’è una prima bella riflessione e presto ne seguiranno altre)». Inoltre, «abbiamo anche introdotto uno spazio maggiore per i video, le foto e i contenuti multimediali, potenziando il canale UcsiTv su YouTube».

Tra le novità c’è «la valorizzazione dei contenuti dei social network, che ora appaiono già nella homepage (per ora quelli di Twitter, poi ci saranno anche quelli di Facebook)». E ancora: la collaborazione con l’agenzia Sir, le finestre sulla rivista associativa “Desk” e sull’attività delle Ucsi regionali, con la rubrica “Agenda” (per gli appuntamenti principali in programma), senza tralasciare le notizie più importanti che riguardano la professione giornalistica. Ben visibile sarà anche il collegamento a “Parola e Parole”, nuova rubrica che ospiterà le pagine della spiritualità e della riflessione. Al sito collaborano, come volontari, un piccolo gruppo centrale, più operativo, e una rete di giovani “corrispondenti” dalle regioni. «Anche questa è una “aggregazione di esperienze”, che con il nostro progetto vogliamo favorire sempre più», conclude la nota.

Print Friendly

Comments

comments