«Forza ragazzi, non molliamo e andiamo avanti!» è una delle frasi che Franco Grasso diceva spesso a tutti noi per trasmetterci la sua voglia di vivere e la  passione per la TV.

Dopo aver girato il mondo è arrivato nelle Marche nel 2004 per costruire,  sul felice modello di Rete 7 in Emilia Romagna, una tv regionale con l’anima locale che in pochi anni è riuscita ad entrare nelle case dei marchigiani e farsi apprezzare, grazie al suo impegno e alla sua determinazione.

Franco Grasso amava essere un coordinatore operativo, a volte amico a volte duro, ma non dava solo ordini aveva voglia di fare e di impegnarsi in prima persona. Lo ha dimostrato nel lavoro e in tanti progetti di solidarietà, che lo hanno portato a fondare l’Associazione  Onlus “Il sorriso di Daniela” per dare concretezza a tante promesse e non dimenticarsi di chi è stato meno fortunato.

La collaborazione con la redazione di Macerata  è iniziata nel 2005 e i ricordi sono tanti: dal primo incontro di presentazione nelle sede di Ancona, alle trasferte a Bologna, alla costruzione dello studio tg di Macerata. Tante esperienze professionali e di vita che non dimenticheremo, perché hanno lasciato un segno.

Tra i momenti più belli, anche per chi ti seguiva dallo schermo, le innumerevoli dirette da quelle elettorali al “BuongiornoMarche” con i mitici “Grassocci” a quella indimenticabile della grande nevicata del 2012 che hanno fatto emergere il meglio di te e del tuo lavoro.

Con gli altri ha scelto di condividere, anche in tv, la lotta con “Ugo” (così chiamava il suo male ) una “convivenza” dura che ha cercato di sdrammatizzare fino alla fine, della sua intensa vita terminata a soli 57 anni.

Ciao Franco!

============

La camera ardente è stata allestita negli studi di Ètv Marche di via Merloni 9, Zona Baraccola Ovest, Ancona.

Coloro che desiderano rendere l’ultimo saluto a Franco potranno farlo nei seguenti orari:

  • sabato 8 ottobre dalle 16 alle 20
  • domenica 9 ottobre dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30
  • lunedì 10 ottobre dalle 10 alle 12.30
Print Friendly

Comments

comments