Santo Stefano, il servizio del Centro odontoiatrico

Il direttore Michele Grechi illustra le particolarità di un servizio utile quanto raro per i pazienti della struttura di Porto Potenza Picena

0
285

Michele Grechi, professore a contratto dell’Università Vita e Salute presso l’ospedale San Raffaele di Milano, è il direttore del Centro odontoiatrico del Santo Stefano di Porto Potenza Picena, attivo da circa un anno. Il Centro è un’eccellenza nel suo settore, è infatti in grado di offrire, in un ambiente ospedaliero, le migliori garanzie di assistenza e sicurezza, avvalendosi delle più avanzate tecniche diagnostiche e chirurgiche; può affrontare tutte le problematiche odontoiatriche, dalla chirurgia implantare all’ortodonzia, agli interventi di estetica.
Ma c’è un servizio in particolare, che lo rende unico nel suo genere a livello regionale e tra i pochi attivi in Italia: la presa in carico di pazienti complessi e non collaboranti, quale integrazione anche con il Santo Stefano Riabilitazione. Ce ne parla il dott. Grechi:

Quali attività vengono svolte dal Centro?
Il Centro è attrezzato per affrontare tutte le problematiche odontoiatriche e siamo specializzati nella chirurgia implantare a carico immediato.
Come “marchio” Santo Stefano siamo rivolti anche ad un’utenza formata da pazienti difficili, ovvero “non collaboranti”. Siamo attrezzati per riuscire a soddisfare le necessità di questa particolare categoria. I pazienti giungono da tutte le zone delle Marche, con alcuni casi anche da fuori regione: esiste una segreteria, un Cup, attraverso il quale l’utente prenota la sua visita e, nel giro di poco tempo, viene messo in trattamento.

Sono attive anche delle convenzioni? Quali sviluppi prevedete?
Sì, i pazienti disabili non collaboranti vengono “trattati” in sala operatoria a carico e con l’assistenza del Servizio sanitario nazionale. Il Centro sta già lavorando a pieno regime e stiamo anche implementando le nostre strutture. A breve ci avvarremo di nuove strutture operatorie e nuovi professionisti che opereranno a Porto Potenza per rendere un servizio ancora più celere.

Quanto è difficile operare con pazienti “non collaboranti”?
Ci sono anestesisti in grado di risolvere ogni problema specifico, riuscendo a svolgere ogni tipo di intervento su ogni paziente. Si tratta di un servizio molto raro, penso anche a livello nazionale.

L'Istituto di riabilitazione del Santo Stefano di Porto Potenza Picena
L’Istituto di riabilitazione del Santo Stefano di Porto Potenza Picena
Print Friendly

Comments

comments