P di Politica

0
186

Politica come costruzioni del diretto e della giustizia; non speculazioni o difesa dei diritti di pochi, ma sicurezza della tutela dei diritti di ciascuno, divisione equa dei benefici e certezza del diritto per una giustizia non discriminante. Politica come acquisizione democratica del consenso. L’eccessiva concentrazione dei mass-media in mano a pochi favorisce la costruzione di immagini e messaggi fittizi che condizionano il consenso, toglie la possibilità di capire, confrontare e partecipare al dibattito politico e culturale. Politica come partecipazione e trasparenza. Si può iniziare con una più costante attenzione all’operato degli amministratori locali e alla compilazione dei bilanci comunali, per una politica veramente attenta al bene comune.

431288_168412983276912_29657486_nL’associazione culturale Agorà, in collaborazione con il Centro Servizi del Volontariato, a partire dal 1994, si occupa di formazione alla cittadinanza attiva con una scuola di partecipazione. Essa è rivolta in particolare ai giovani dai 18 ai 30 anni.

La categoria politica che informa i contenuti e il metodo del percorso formativo è la fraternità, riscoperta da Chiara Lubich per sostenere la coesistenza di libertà ed uguaglianza riprendendo il trittico della rivoluzione francese. Le lezioni pubbliche di docenti di rilievo nazionale, come Leonardo Becchetti, Alberto Lo Presti, Luigino Bruni, sono aperte a tutti i cittadini ed alle associazioni della società civile organizzata, come Caritas, Anffas ed altre. Alla base esiste un’idea di democrazia partecipativa e deliberativa che spinge al dialogo, come ascolto reciproco e condivisione, tra amministratori locali di maggioranza e minoranza, giovani, cittadini ed associazioni.

Sono esempi recenti di lezioni pubbliche e laboratori: il confronto tra due giuristi per spiegare le ragioni del Si e del No al referendum costituzionale del 4 dicembre, la democrazia economica del voto con il portafoglio con Becchetti e i 9 Slot Mob organizzati con altre associazioni, Comuni di Macerata, Tolentino, San Severino, Monte san Giusto   e Dipartimento dipendenze patologiche della Asur.

Le buoni abitudini: Fraternità, democrazia partecipativa

545592_191562990961911_907164722_n

Print Friendly

Comments

comments