Il 9 ottobre si celebra la Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro

Negli ultimi cinque anni, in Italia, si sono verificati oltre cinque milioni di infortuni sul lavoro che hanno provocato quasi 200mila invalidità permanenti e oltre 7mila morti

0
245

Il 9 ottobre anche a Macerata, su iniziativa dell’Anmil, con il patrocinio della Regione Marche e del Comune, verrà celebrata la 66^ Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro, un momento di riflessione sul sacrificio di chi ha perso la vita nello svolgimento della sua professione ma anche un’occasione per rivendicare la centralità dei diritti di ogni lavoratore. Negli ultimi cinque anni, in Italia, si sono verificati oltre cinque milioni di infortuni sul lavoro che hanno provocato quasi 200mila invalidità permanenti e oltre 7mila morti.

Il programma della manifestazione, che a livello nazionale si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica con il patrocinio della Camera dei Deputati e del Senato, prevede dopo il ritrovo dei partecipanti e il ricevimento delle autorità nella sede dell’Anmil in via Prezzolini, l’inaugurazione, alle ore 9.15, di via Caduti del lavoro, vicino all’ingresso del’ufficio Immigrazione, con la deposizione di una corona d’alloro al Monumento Caduti sul lavoro.

A seguire, alle 10, nella chiesa dell’Immacolata il parroco don Egidio Tittarelli celebrerà la messa in suffragio dei caduti. Alle ore 11 al cinema Exclesior cerimonia civile alla quale parteciperanno il sindaco Romano Carancini, il direttore dell’Inail di Macerata Fabio Valente Pietrosanto mentre per l’Anmil saranno presenti il presidente territoriale Silvano Mercuri, il vice Maria Pia Azzurro e il componente del Comitato esecutivo Gabriele Brachetta. Al termine della cerimonia ci sarà la consegna di una pergamena ai superstiti dei caduti sul lavoro del Comune e da parte dell’Anmil dei brevetti e distintivi d’onore agli invalidi.

Macerata_M_Layout 1

Print Friendly

Comments

comments