Qualità turistica: Confartigianato al fianco di 25 attività

Per il 2017, sono queste le strutture ricettive associate a Confartigianato che attendono il riconoscimento del "Marchio Q" di qualità

0
284

Ristoranti, alberghi, residenze turistico-alberghiere, attività ricettive rurali (country house), campeggi, oltre ad agriturismi, stabilimenti balneari e agenzie di viaggio sono le attività che con il marchio di qualità denominato “Ospitalità Italiana-Regione Marche” hanno ottenuto un riconoscimento molto importante quale elemento distintivo e selettivo di qualità dalle Camere di Commercio e dalla Regione Marche.

Tali aziende hanno scelto la qualità come obiettivo da perseguire e che ogni anno, decidono di mettersi in discussione sottoponendosi a valutazioni precise ed obiettive. In questo anno nella provincia le strutture certificate con il “Marchio Q” sono state ben 138 suddivise in 70 ristoranti, 22 agriturismi, 8 country house, 11 stabilimenti balneari, 25 hotel, un campeggio e un’agenzia viaggi.

Inoltre per il prossimo anno ben 25 sono le strutture ricettive associate a Confartigianato che attendono il riconoscimento del marchio: 15 ristoranti, 6 stabilimenti balneari, 2 hotel, un agriturismo e un’agenzia viaggi, come ha precisato il direttivo provinciale della Confartigianato:

«Nel maceratese circa l’85% delle nuove domande è stato presentato da Confartigianato, che conta sulla piena certificazione delle proprie imprese, selezionate proprio perché rappresentano il meglio dell’ospitalità e della qualità del settore nella provincia. Un settore quello della ristorazione e del pubblico esercizio, molto importante per noi e che conta sempre più iscritti in questa categoria».

Riccardo Golota, responsabile del settore Ristorazione e Pubblico esercizio di Confartigianato di Macerata, ha sottolineato lo spirito imprenditoriale della realtà maceratese: «Crediamo che in una realtà fortemente concorrenziale dal punto di vista dell’offerta turistica, la nostra provincia oltre per le bellezze paesaggistiche e le eccellenze agroalimentari si debba distinguere anche per la qualità delle strutture presenti che sono un prestigioso biglietto da visita per i turisti che si affacciano nel nostro territorio.

Per questo motivo opportunità come la certificazione del marchio di qualità, riconosciuto sia a livello nazionale che internazionale, sono molto importanti per le nostre imprese, in quanto vera e propria garanzia per il turista. Rimaniamo ora in attesa dell’esito delle visite degli ispettori dell’Isnart (Istituto Nazionale Ricerche Turistiche) che attribuiranno dei punteggi alle strutture selezionate e ufficializzeranno le certificazioni per l’anno 2017, che verranno consegnate con la consueta cerimonia ufficiale».

Print Friendly

Comments

comments