Da domenica prossima, 9 ottobre, il sipario del Teatro Lauro Rossi si alzerà sulla 48^ edizione del Festival Nazionale Macerata Teatro – Premio Angelo Perugini, rassegna di primo piano a livello nazionale. Organizzato dalle C.T.R. – Compagnie Teatrali Riunite con il Comune di Macerata e il patrocinio della Regione Marche, per rilevanza storica e prestigio culturale, il Festival richiama compagnie teatrali da tutta Italia per un cartellone dalla proposta accattivante dedicato a un pubblico quanto mai ampio.

«Quarantotto anni sono il segno della grande qualità del Festival – ha detto l’assessore alla Cultura, Stefania Monteverde oggi nel corso della conferenza stampa di presentazione del Festival – una parte importante di quel percorso sul teatro che Macerata fa. La rassegna ha rafforzato la capacità di costruzione e formazione del pubblico, sempre più attento e colto, che da ava affiancarsi ad un altro aspetto molto importante che è quello della ricerca della qualità delle proposte. Dal 2013 ad oggi il pubblico di macerata Teatro è cresciuto del 15%, un risultato non scontato, che dobbiamo al lavoro di Ctr e che si inserisce in un percorso condiviso».

«La scelta tra le proposte che ci sono arrivate – ha affermato Piergiorgio Pietroni di Ctr – non è stata facile perché abbiamo dovuto tenere conto anche dell’età del pubblico che sta cambiando e occorreva quindi dare delle alternative. Abbiamo tenuto conto del nuovo linguaggio teatrale inserendo proposte di autori attuali e viventi e scenografie multimediali. L’apertura a nuove realtà c’è sempre stata da parte nostra ma quest’anno presenteremo anche compagnie che non hanno mai calcato il palcoscenico del Lauro Rossi. Ad oggi gli abbonamenti già venduti si aggirano intorno ai 170».

Aprirà il Festival, domenica 9 ottobre la Compagnia Giardini dell’Arte di Firenze con uno dei suoi più recenti successi, Eva contro Eva di Maurizio Panici e Marzia G. Lea Pacella. Un testo tratto dal romanzo di Mary Orr dal quale il regista J. Mankiewicz realizzò un famoso film con Bette Davis e Anne Baxter. Uno spettacolo a tratti drammatico e sicuramente coinvolgente.

La domenica successiva, 16 ottobre, sarà la volta della compagnia Stella & Sounddila’ di Porto Potenza Picena con il musical Generazione brillantina di Maurizio Purifico. Uno spettacolo pieno di musica, canti, colori, slanci d’amore, con cuori semplici e pieni di voglia di vivere. American Graffiti ritorna sul palcoscenico per divertire e far sognare ancora giovani e meno giovani.

Il 30 ottobre il gruppo teatrale La betulla di Nave (BS) presenterà Il Visitatore di Eric Emmanuel Schmitt. E’ questo un testo affascinante con un tema altrettanto coinvolgente che non mancherà anche quest’anno di raccogliere applausi e consensi. Le opere di E. Schmitt, in questi ultimi anni, sono le più rappresentate al mondo ed anche a Macerata hanno avuto il più alto voto dal pubblico del Premio Perugini.

Domenica 6 novembre il gruppo Teatro Drao & TeatroTre presenterà Venus un testo molto intenso di Davide Giovagnetti che si ispira al film Venere in pelliccia. Una trama tutta da scoprire con tanti colpi di scena e con una recitazione misurata, ponderata in ogni passaggio e degna dei consensi che la compagnia ha ricevuto in ogni parte d’Italia.

Il 13 novembre arriva al Festival un altro spettacolo esaltante: la Compagnia del Bianconiglio di Eboli presenterà Settàneme di Bruno Di Donato. Uno spettacolo pieno di melodie napoletane in una storia d’altri tempi, quando l’occulto incuteva ri-spetto, paure, a volte terrore. Ritmi e canzoni di alto valore artistico portate in scena da una compagnia artisticamente ben preparata e con delle voci veramente ammalianti.

Domenica 20 novembre torna al Festival la Compagnia Impiria Teatro di Verona con il testo di Laura Murari Molto Piacere. Una vicenda moderna di vita quotidiana che si trasforma in momenti di ordinaria follia. Quando una pacifica discussione si trasforma in rissa e si ritorna quasi bambini con i rancori inanellati nella mente e pronti a scatenare le reazioni più violente da parte di chiunque, uomo o donna che sia.

A chiudere il festival il 27 novembre, sarà l’associazione Ctr a tornare in scena con un testo monumentale: Enrico IV di Luigi Pirandello, riletto da Paolo Nanni. Capolavoro dell’età matura dell’autore siciliano questa opera è senza dubbio una delle più illuminanti per coloro che studiano la filosofia pirandel-liana. Il tema della pazzia viene trattato con leggerezza e forza nel medesimo tempo e tutte le “miserie” umane vengono rappresentate con l’acume letterario di cui Pirandello è certamente uno dei maggiori rappresentanti. L’inizio degli spettacoli è alle ore 17.30.

Il Festival raddoppia anche quest’anno grazie ai Mercoledì del Macerata Teatro – Cibo per la mente e non solo. «Per i Mercoledì del Macerata Teatro – ha detto Quinto Romagnoli di Ctr – la collaborazione con l’Università di Macerata è fondamentale e ci ha permesso di organizzare conferenze sulla drammaturgia ma anche sulla letteratura». Dal 5 ottobre fino al 23 novembre, ogni mercoledì, alle 18, l’appuntamento è infatti con l’approfondimento degli spettacoli in cartellone nelle due diverse location della Civica Enoteca maceratese e della Biblioteca Mozzi Borgetti.

Il 14 ottobre si parlerà di Eva contro Eva con Bianca Sulpasso, il 12 ottobre per Operazione brillantina ci sarà Maurizio Purifico, il 19 per Il visitatore l’incontro sarà con Guido Garufi, il 26 per Venus sarà la volta di Costanza Geddes Da Filicaia, il 3 novembre per Improvvisamente l’estate scorsa interverrà Tatiana Djegosh Petrovich, il 9 novembre per Settàneme ci sarà Diego Poli, il 16 novembre per Molto piacere parlerà Letizia Perri e infine il 23 novembre per Enrico IV l’incontro sarà con Piero Feliciotti. Presente alla conferenza stampa anche alcuni rappresentanti di Banca Mediolanum, sponsor di Macerata Teatro: «La nostra banca – hanno affermato – crede che la cultura sia al centro del nostro vivere, da qui il nostro sostegno a questa rassegna».

BIGLIETTERIA DEI TEATRI
piazza Mazzini, 10 Macerata tel. 0733 230735
dal lunedì al sabato dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30
0733 256306 la sera di spettacolo
Biglietti: I settore platea e palchi intero 12 euro, studenti  8 euro, associazioni culturali/over 65  10 euro
II Settore palchi intero 10 euro, studenti  6 euro, ass. cult/over 65  8 euro, loggione intero  8 euro, studenti 5 euro, ass. cult/over 65  6 euro.
Abbonamenti I settore platea e palchi intero 75 euro, studenti  60 euro ass. cult/over 65  65 euro, II settore palchi intero 65 euro, studenti  50 euro, ass. cult/over 65  55 euro.

Print Friendly

Comments

comments