La gara di solidarietà a favore delle popolazioni flagellate dal sisma che ha devastato il Centro Italia nella notte del 24 agosto non si arresta ma, anzi, continua a mietere buoni frutti, traducendo in fatti concreti parole che spesso rischiano di impolverarsi nel dimenticatoio, una volta spenti i riflettori. Mentre proseguono, in tutto il Paese, iniziative e piccole, grandi mobilitazioni locali per destinare il ricavato alle zone in difficoltà e restituire a decine di famiglie un degno avvenire, tramontata la (oggettivamente infattibile) soluzione di devolvere la somma del jackpot del Superenalotto ai terremotati, dalla politica intanto arriva una chiara e immediata risposta, dal “taglio” marchigiano.

Porta infatti la firma del vicepresidente della Camera dei Deputati Simone Baldelli, eletto nelle Marche nella lista di Forza Italia, l’iniziativa di stanziare i fondi risparmiati dalla Camera stessa nell’anno in corso per l’emergenza terremoto: si tratta di una cifra notevole, pari a 47 milioni di euro. Il “sì” da parte dell’Aula non si è fatto attendere ed è arrivato in serata. Nella pagina Facebook dell’onorevole è tra l’altro disponibile il video dell’intervento espresso in Aula proprio a sostegno delle vittime della tragedia.

L'onorevole Simone Baldelli
L’onorevole Simone Baldelli

«Il 27 settembre – si legge nel documento – la Camera dei deputati ha restituito al Bilancio dello Stato, effettuando il relativo trasferimento bancario in favore del ministero dell’Economia, la somma di 47 milioni di euro, dando seguito a quanto deliberato dall’Assemblea nella seduta dello scorso 3 agosto in sede di esame del Bilancio di previsione 2016. Si tratta della restituzione più consistente mai operata dalla Camera, ed è frutto di una politica di tagli e risparmi su diverse voci di spesa: dalle competenze economiche corrisposte ai deputati all’acquisto di beni e servizi, dalle spese per la gestione amministrativa a quelle per il personale dipendente». La risoluzione – sottoscritta anche da tutti gli altri gruppi parlamentari: Carrescia (PD), Terzoni (M5S), Zaratti (SI-SEL), Tancredi (AP), Castiello (LN), Galgano (SC), Gigli (DeS-CD), Rampelli (FdI), Palese (Misto-CR), Vezzali (Misto), Pisicchio (Misto) -, come riferisce l’Ansa impegna il Governo «ad assumere iniziative normative al fine di impiegare le risorse restituite dalla Camera dei deputati al bilancio dello Stato per la ricostruzione dei territori e il sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto 2016».

«Sono orgogliosa che l’Aula di Montecitorio abbia deciso di destinare alle popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto i 47 milioni di euro risparmiati quest’anno dalla Camera. Sulla risoluzione proposta al riguardo dal vicepresidente Baldelli e firmata da deputati di tutti i gruppi si è registrata infatti una significativa unanimità. E anche nel voto sulle numerose mozioni a favore delle zone danneggiate si è potuto apprezzare un clima di dialogo e di convergenza», questo il commento in una nota della presidente della Camera Laura Boldrini, marchigiana d’origine e in prima linea nel monitorare la situazione che, specialmente, nei comuni più colpiti dell’Ascolano, ha messo in ginocchio la dimensione familiare di interi nuclei nonchè la produttività di aziende ed esercizi commerciali.

Ora, l’auspicio è che la ricostruzione – che interesserà anche il patrimonio culturale e artistico delle numerose chiese e degli edifici di culto gravemente danneggiati nel Maceratese – possa ripartire con la necessaria serietà. «L’onestà è la miglior politica», asseriva Miguel de Cervantes e, quando si vuole, i segnali incoraggianti, come questo, non mancano.

Foto Manuel Romano/NurPhotocronaca25 08 2016 AmatriceTerremoto, Centro Italia devastato dal sisma: il giorno dopoNella Foto si continua a lavorare tra le macerieFoto Manuel Romano/NurPhotocronaca25 08 2016 AmatriceEartquake in Amatrice
(foto Manuel Romano)
Print Friendly

Comments

comments