«Idee Innovative per i Rosari Mariani Lauretani». Questo il titolo del concorso che il Comune di Loreto promuove, nel quadro del progetto Distretto Culturale Evoluto «Cammini Lauretani» approvato dalla Regione Marche. Una proposta studiata nei minimi dettagli e appena presentata alla stampa locale, capace di coniugare creatività, nuove tecnologie e tradizione, per rafforzare il tessuto di imprese artigiane che operano nel settore dell’oggetto di culto religioso.

L’iniziativa vede il sostegno dei partner del Distretto: CCIAA Ancona, Confartigianato Macerata, Fondazione Vaticano II, Fondazione Mastrocola, oltre che degli enti Confartigianato Ancona e CNA Ancona. In particolare, si intende promuovere il miglioramento e l’innovazione di prodotto e di processo della produzione artigianale dei rosari mariani lauretani, stimolando le giovani generazioni ad elaborare e presentare alle imprese artigiane le proprie soluzioni innovative, rispondenti ai criteri previsti dal regolamento.

Due le categorie di progettazione: «Design Rosario Lauretano» (produzione artigianale seriale) e «Rosario Lauretano d’arte» (artigianato artistico) -, con cui elaborare l’opera originale, nel rispetto di precisi vincoli progettuali, che vanno dalla simbologia alla scelta dei materiali d’uso.

rosario-2

Possono partecipare al bando: giovani designer e creativi (18 – 35 anni), residenti in Regione Marche, diplomati o laureati, che si presentano autonomamente o in collaborazione con scuole, accademie ed università, studi di progettazione, società di comunicazione e consulenza, professionisti, con sede operativa nelle Marche. Per quanto riguarda le imprese artigiane, devono essere registrate nell’Albo o possedere i requisiti da esso previsti, con sede operativa nelle Marche.

Il concorso, inoltre, è accompagnato dal benevolo augurio dell’arcivescovo Giovanni Tonucci, delegato pontificio del Santuario della Santa Casa di Loreto, che sottolinea con piacere il coinvolgimento dei giovani, grande risorsa per portare il messaggio eterno nell’oggi, rispettando la tradizione ed al tempo stesso innovandola.

loreto-notte

Aggiunge ed osserva il presidente della CCIAA di Ancona, Giorgio Castaldi, uomo espressione dell’impresa artigiana, «come Camera di Commercio abbiamo a cuore la promozione delle imprese con un riguardo particolare alle piccole e piccolissime che più necessitano del nostro supporto: tra di esse spiccano le tante operanti nel settore dell’artigianato di qualità, comparto distintivo della nostra storia e tradizione. L’artigianato dell’oggetto di culto religioso è in tal senso un ambito di grande rilievo che va valorizzato e sostenuto per il grande potenziale che può esprimere e per salvaguardarlo dalla minaccia della massiccia concorrenza di prodotti industriali a basso costo realizzati con materie prime scadenti e nessuna attenzione al lavoratore. Una situazione che contrasta nettamente, oltre che con i principi di una moderna economia sociale e sostenibile, anche con i valori che un oggetto devozionale come la corona del rosario dovrebbe incorporare e ispirare».

Condividono le sue considerazioni anche i rappresentanti delle Associazioni Artigiane locali, che hanno collaborato alla proposta e ritengono che «il concorso di idee sia un’occasione preziosa, ed a sua volta innovativa, per ridare ossigeno alla produzione tradizionale, avvicinando le energie fresche dei giovani creativi».

relmet01Il contributo importante dei giovani sta particolarmente a cuore anche al direttore del DCE «Cammini Lauretani», Simone Longhi, che ricorda come «il progetto abbia come obiettivo proprio la creazione delle migliori condizioni per dare più opportunità ai giovani marchigiani, in particolare a quelli che si sentono vicini alla forza di un valore religioso e culturale come quello che viene dalla Santa Casa di Maria di Loreto e come anche in questa occasione la diffusione del marchio dei Cammini Lauretani possa contribuire fortemente a creare un senso di comunità ed identità».

Il sindaco di Loreto, Paolo Niccoletti, sottolinea inoltre come «Santa Casa e Loreto siano così strettamente intrecciate nella storia e nei valori da non poter quasi essere distinte, e come sia compito dell’amministrazione il valorizzare questo legame nella promozione di un’economia ed una società dove l’una, per così dire, fertilizza l’altra, in una logica di benessere ampio e sostenibile», concetto che viene ripreso dall’assessore comunale al Turismo, Fausto Pirchio, che precisa come questa bella iniziativa si accompagna alla Mostra sull’oggetto di artigianato artistico, prevista proprio in Loreto a partire dal 24 settembre fino al 12 dicembre 2016.

Infine, secondo i rappresentanti delle imprese artigiane locali, Giuseppe Ripani per la Confartigianato di Macerata e Andrea Cantori per la CNA di Loreto, il concorso di idee «contribuirà a promuovere l’evoluzione da un saper fare tradizionale, patrimonio comunque da salvaguardare e valorizzare, verso gli orizzonti dell’innovazione, dell’artigianato digitale, della manifattura 4.0., contesto che può offrire miglior condizioni di competizione su scala globale».

«Siamo fiduciosi in una numerosa adesione da parte dei giovani, delle imprese artigiane e del mondo della creatività e delle nuove tecnologie, e speriamo davvero che le idee portate a concorso possano davvero contribuire al rilancio del settore dell’oggetto di culto religioso ed alla diffusione del marchio lauretano», osserva infine Giuseppe Ucciero, progettista e coordinatore tecnico del DCE, che con Emilio Antinori, designer ed esperto, e suor Luigina Busani, ha seguito l’iniziativa negli aspetti di dettaglio tecnici e storico religiosi.

L’iscrizione e la presentazione delle idee vanno consegnate entro il 24 ottobre 2016. Entro la stessa data, le imprese artigiane marchigiane dovranno presentare la domanda di partecipazione. Tre i premi (da 1.000 euro ciascuno) in palio, che verranno proclamati entro il 10 dicembre 2016.

Ogni informazione e il bando completo sono consultabili nel sito del Comune di Loreto oltre che sul sito e sulla pagina Facebook dei «Cammini Lauretani».

impact_of_graphic_design_on_your_business

 

Print Friendly

Comments

comments