Un ricordo di Benedetto Salvucci, per tutti comunemente «Betto»

Domenica 25 settembre, al Teatro Comunale, familiari, amici e colleghi hanno ricordato i meriti etici, artistici, scientifici e culturali del grande testimone delle tradizioni locali

0
610
Betto Salvucci a 21 anni
Betto Salvucci a 21 anni

Il 23 settembre 2015 si spense, all’età di 88 anni, Benedetto Salvucci, per tutti comunemente chiamato “Betto”. A un anno di distanza, venerdì si è svolta una Messa di suffragio presso la chiesa della Maestà di Urbisaglia, mentre domenica 25, all’interno del Teatro Comunale, familiari, amici e colleghi hanno ricordato i meriti etici, artistici, scientifici e culturali di Salvucci, grande testimone delle tradizioni locali. Ognuno dei partecipanti ha perciò contribuito condividendo con i presenti una parte importante della sua opera: dagli studi archeologici (ha fondato e presieduto la sezione di Urbisaglia dell’Archeoclub d’Italia) fino alle sue composizioni poetiche, dalle collaborazioni con le Pro Loco e l’Università della Terza Età fino all’impegno politico.

14468445_10210953013810088_6136925180370414122_o

Ampia la platea in sala, oltre 80 gli intervenuti, per un incontro aperto dal saluto del sindaco Paolo Giubileo, per poi essere proseguito grazie ai contributi offerti da Mirko Cardinali, Bruno Cardea, Giandomenico Lisi, Alvise Manni, Piergiorgio Pietroni, Pina Ramaccioni e Piero Tordelli. Tra le curiosità, la lettera con cui il Regno di Svezia ringraziò Betto Salvucci per l’invio della copia della rivista Urbs Salvia inviata al Re, il 23 febbraio 1973. Inoltre, l’appuntamento è stata anche l’occasione per comunicare la possibilità di consultare l’Archivio fotografico Betto Salvucci e Lorenza Ionni attraverso l’accesso al sito internet della Biblioteca di Urbisaglia.

re-di-svezia

Un Ricordo Di Betto Salvucci

Flickr Album Gallery Powered By: Weblizar
Print Friendly

Comments

comments