Sono stati tre giorni intensi in cui Genova si è immersa nel Mistero eucaristico. Non più la consueta settimana di appuntamenti, celebrazioni e approfondimenti, ma una concreta e sentita esperienza di intensa preghiera.

Un momento della celebrazione di apertura
Un momento della celebrazione di apertura

Il congresso ha approfondito il tema dell’Eucaristia sorgente della missione: «Nella tua Misericordia a tutti sei venuto incontro». 46 le delegazioni diocesane provenienti da tutta Italia che si sono ritrovate a Genova giovedì 15 settembre alle ore 20,30 in piazza Matteotti con la Messa presieduta dal cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e inviato speciale del Papa per l’evento, con al termine la processione della SS.Eucarestia che si è diretta verso la Cattedrale di San Lorenzo per la Benedizione finale.

Il gesuita padre Gay
Il gesuita padre Nicola Gay

Venerdì 16 settembre, dopo la S.Messa presieduta da mons. Martino Canessa, vescovo Emerito di Tortona, le 46 delegazioni hanno fatto esperienza diretta riversandosi in tutta la città di Genova diretti ai luoghi in cui quotidianamente le opere di misericordia spirituale e corporale si fanno vita cristiana vissuta. La nostra delegazione diocesana ha visitato la bellissima esperienza dell’Opera San Marcellino guidata da una piccola comunità di Gesuiti con padre Nicola Gay, che si occupa delle situazioni difficili di senza dimora, soli, senza riferimenti d’aiuto, privi dei più elementari mezzi di sussistenza. Al termine della visita di conoscenza è stata consegnata a Padre Nicola una mattonella per ricordare la visita nel luogo di misericordia.

La celebrazione penitenziale nella Basilica di Santa Maria Immacolata
La celebrazione penitenziale nella Basilica di Santa Maria Immacolata

Nel pomeriggio la liturgia penitenziale in 4 chiese del centro: la delegazione diocesana ha partecipato a quella svoltasi nella Basilica di Santa Maria Immacolata. Curiosità: all’interno della stessa era possibile provare una nuova “app” predisposta dall’arcidiocesi di Genova e dall’Ufficio nazionale per i beni culturali ecclesiastici della Cei che permette la visita multimediale della bellissima Basilica.

I concerto al teatro Carlo Felice
I concerto al teatro Carlo Felice

La giornata si è conclusa con la partecipazione al concerto al Teatro Carlo Felice offerto alle Delegazioni del Congresso Eucaristico. Il repertorio proposto dall’Orchestra e Coro del Teatro Carlo Felice diretto da Giovanni Porcile con l’esecuzione di “Sicut Cervus” (Domenico Bartolucci), “Suscitabo mihi” (Luigi Porro), “Gloria” Rv 589 (Antonio Vivaldi), Sinfonia n. 3 in la minore op. 56 “Scozzese” (Felix Mendelssohn-Bartholdy).

Delegati di Pesaro, Fano, Macerata, Torino, Tortona
Delegati di Pesaro, Fano, Torino, Tortona, Macerata

Nei giorni del Congresso eucaristico, nella Cattedrale di San Lorenzo di giorno, e nella chiesa di San Matteo la notte, si è svolta l’adorazione eucaristica perpetua.

Al mattino di sabato 17 settembre S.Messa presieduta da mons. Angelo Spinillo, vescovo di Aversa e vicepresidente della Cei per l’Italia meridionale, e a seguire la visita delle chiese di Genova. Nel primo pomeriggio le catechesi di 8 vescovi. La delegazione diocesana ha partecipato nella Basilica di San Siro, la prima cattedrale genovese, alla catechesi dal titolo “L’Eucaristia e la via del trasfigurare” del vescovo di Ventimiglia-Sanremo Antonio Suetta.

Un momento dell'adorazione eucaristica
Un momento dell’adorazione eucaristica

L’appuntamento principale e molto sentito si è svolto nel pomeriggio alle 16,45 con la solenne Adorazione eucaristica nella cornice del Porto Antico. Il Santissimo Sacramento è stato portato a bordo di una motovedetta della Capitaneria di Porto che nei mesi scorsi è stata impegnata in missioni di soccorso ai profughi. Ad attendere il Santissimo Sacramento i partecipanti al Congresso Eucaristico Nazionale e moltissimi fedeli di Genova, che dopo l’Adorazione e la Benedizione Eucaristica, in processione, si sono recati fino alla Cattedrale per il passaggio della Porta Santa.
In serata la festa dei giovani in piazza Matteotti.

Liturgia conclusiva
Liturgia conclusiva

Il Congresso Eucaristico Nazionale si è concluso con la S. Messa finale presso la fiera di Genova in piazzale Kennedy. Preceduta dalla processione delle Confraternite italiane, con quelle liguri che hanno portato i “Cristi”, la particolare raffigurazione del Crocifisso con le estremità fiorite. La Messa è stata presieduta dal cardinale Angelo Bagnasco che, durante l’omelia, ha ricordato che “la carità rivela che nell’Eucaristia abbiamo incontrato il Signore e non noi stessi; che abbiamo adorato Dio e non il nostro io. Le opere di misericordia, tanto raccomandate dal Papa in quest’Anno santo, sono infatti opere eucaristiche: scandiscono la lunga tradizione della Chiesa, ne rendono attuale la storia e interpellano tutta la nostra esistenza.” La bellissima esperienza si è conclusa con l’Angelus recitato dal Santo Padre Francesco e il saluto a tutti i fedeli di Genova seguito in diretta sui maxischermi.

Congresso Eucaristico Nazionale – Genova 2016

Flickr Album Gallery Powered By: Weblizar
Print Friendly

Comments

comments

CONDIVIDI
Articolo precedenteNuovo Anno Scolastico: il Vescovo incontra gli insegnanti di religione
Prossimo articoloPubblicato lo statuto per la Segreteria per la comunicazione
Sono nato nel 1970. Oltre agli studi musicali presso il Conservatorio Statale di Musica "G.Rossini" di Pesaro e alla laurea in ingegneria, ho conseguito i diplomi al Co.Per.Li.M. e al corso biennale "Giovanni Maria Rossi" per direttore di coro liturgico della Conferenza Episcopale Italiana. Collaboro con la Sezione Musica per la Liturgia dell'Ufficio Liturgico Nazionale della Conferenza Episcopale Italiana. Sono docente dei corsi di Musica Liturgica On Line e del COPERLIM. Sono vicedirettore dell'Ufficio Liturgico della Diocesi di Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia. Dal 1993 sono maestro direttore della Cappella Musicale della Cattedrale di Macerata.