Caso Corecom Marche: la proposta del Forum delle Famiglie

Il presidente Paolo Perticaroli ha inviato una lettera al presidente Luca Ceriscioli richiedendo di attinger a al mondo dell'associazionismo per la formazione, riportando l'esempio dell'Aiart (Associazione spettatori onlus)

0
192

Riceviamo e pubblichiamo dal Forum delle Associazioni Familiari Marche in merito alla vicenda del Corecom Marche (leggi qui l’articolo).

Il Forum delle Associazioni Familiari Marche, in vista della riunione di martedì 20 settembre in Regione, in cui sarà presa una decisione sul prossimo Corecom, decaduto a seguito delle dimissioni del presidente Pietro Colonnella, è intervenuto con una lettera spedita al presidente della Regione, Luca Ceriscioli e del Consiglio regionale, Antonio Mastrovincenzo.

Nella missiva, il presidente del Forum Marche, Paolo Perticaroli, chiede con forza che “rimanendo al Corecom le funzioni amministrative, nella formazione si attingano invece dal mondo dell’associazionismo, valutando anche i curricula, le risorse professionali capaci di fare, appunto, formazione efficace, ad esempio l’Aiart (Associazione spettatori onlus), una delle associazioni che fanno parte del Forum Marche, attiva da anni sul territorio con professionisti impegnati nella Media Education senza alcun scopo di lucro”.

Perticaroli sottolinea anche che il suo intervento non vuole essere “un’ingerenza, ma una mano tesa da parte del Forum per una collaborazione ampia per il bene dei cittadini, la tutela delle fasce più deboli e la valorizzazione delle Associazioni di volontariato. Ciò che è accaduto evidenzia che non ci si può improvvisare formatori: il Consiglio regionale fa bene a considerare quella della formazione una priorità, ma deve saper valorizzare e fare tesoro delle esperienze già in atto con persone competenti, non con gente in cerca di ‘applausi'”.

Tutta la vicenda, come noto, è scaturita dalla triste storia di Tiziana Cantone, la giovane trentunenne napoletana suicidatasi dopo la pubblicazione in rete di un suo video hard; nelle Marche, il presidente del Corecom Pietro Colonella si è dimesso, facendo decadere di fatto l’organismo, a seguito del rifiuto di dimettersi di Francesco Capozza, vice presidente del medesimo Corecom, che aveva, in un tweet, usato parole irrepetibili nei riguardi della povera ragazza.

Print Friendly

Comments

comments