L’Università di Macerata, in collaborazione con l’Associazione Culturale Pindaro, ha aperto le selezioni per il Laboratorio Overtime che seguirà le fasi di organizzazione e realizzazione dell’edizione 2016 dell’Overtime Festival, primo ed unico festival in Italia a parlare di sport, etica e cultura sportiva. La manifestazione lega il mondo dello sport e della sua pratica a tante arti e discipline. Anche per la sesta edizione – in programma a Macerata dal 5 al 9 ottobre – ci saranno aree tematiche dedicate non solo allo sport, ma anche alla letteratura, cinema, fotografia, fumetto, arte, alimentazione e tanto altro.

Un momento dell'edizione dello scorso anno
Un momento dell’edizione dello scorso anno, con, terzo da sinistra, il rettore Luigi Lacchè accanto (a destra) al presidente dell’Associazione Pindaro Michele Spagnuolo

Il format è cresciuto moltissimo negli ultimi anni e a testimonianza di questo sono arrivati patrocini e riconoscimenti importanti come quelli della Presidenza del Consiglio dei Ministri, di Rai e di Amnesty International Italia. L’edizione di quest’anno toccherà ben 15 location del centro storico di Macerata e sarà dedicata alla tematica «Sconfitti e vincenti»: le storie di grandi imprese sportive; lo sport inteso come riscatto sociale; il campo come palestra di vita.

In questo contesto grande attenzione viene data al sociale, presentando e raccontando quelle storie non sempre “seguite” dalla giusta attenzione dei media nazionali. Storie che ben affrontano l’etica e lo spirito sportivo. Nelle passate edizioni sono state affrontate tematiche come la lotta alla droga, il paralimpico, la lotta al razzismo, la sana e corretta alimentazione il tutto con ospiti di grande richiamo, non solo per gli appassionati di settore, ma anche per un pubblico generalista.

Le domande di partecipazione al laboratorio vanno inviate entro il 25 settembre 2016. Per maggiori informazioni, consultare i siti di Overtime Festival e Unimc.

Print Friendly

Comments

comments