La piantumazione di un albero per suggellare il patto di amicizia. E’ stato questo il gesto più significativo avvenuto nei giorni scorsi a Taicang, nella Cina centrale, durante la permanenza di 15 studenti del Liceo linguistico «Giacomo Leopardi» nella città della regione dello Jiangin, legata a Macerata da un patto di gemellaggio.

«Il gemellaggio Macerata-Taicang – sottolinea il vicesindaco Stefania Monteverde – continua a produrre frutti. Nato a gennaio dall’incontro tra le istituzioni che hanno firmato il primo accordo, ha già costruito una rete importante con le nostre aziende, i bambini e lo sport, la cultura e la scuola. Con i nostri ragazzi a Taicang costruiamo ponti di amicizia ancora più saldi perché educhiamo le giovani generazioni alla conoscenza e alla tolleranza. Davvero ci sentiamo di proseguire il grande lavoro che ha cominciato Li Madou, padre Matteo Ricci, partito da Macerata per il grande paese del Cina nel 1570».

Gli studenti maceratesi, partiti lo scorso 31 agosto per raggiungere i loro coetanei del liceo Ming De, accompagnati dall’insegnante Nicoletta Nardinocchi, hanno vissuto giornate piene, fra lezioni e visite della città. Al loro arrivo a Taicang sono stati accolti dalle autorità cittadine con una cerimonia in municipio, dal dirigente e dagli insegnanti del liceo cinese.

I giovani liceali maceratesi durante il loro soggiorno a Taicang
I giovani liceali maceratesi durante il loro soggiorno a Taicang

I giovani di Macerata, guidati in particolare dall’insegnante Shen Li Yuan, seguono lezioni di lingua cinese, educazione fisica compresa la famosa disciplina Tai Chi, disegno, scultura e stanno apprendendo anche i primi  rudimenti della cucina locale impegnati nella realizzazione di ricette della tradizione, come i ravioli al vapore.

Il rientro a Macerata dei liceali è previsto per domani, 13 settembre: oltre a ricevere, durante l’orario scolastico, la visita del sindaco Wang, il gruppo è stato anche intervistato da una televisione locale di Taicang.

14285314_1188542737874866_1899734872_o«Un grande ringraziamento va al sindaco di Taicang, che aspettiamo di ricevere a Macerata a ottobre per il rinnovo dal firma. Grazie anche a tutte le istituzioni, all’organizzazione, alla scuola per la grande ospitalità che hanno riservato ai nostri ragazzi. Siamo pronti a ricambiare con la stessa generosità», aggiunge Monteverde.

Quella con Taicang è una relazione internazionale che Macerata ha stretto grazie a un accordo di partnership tra le due realtà firmato lo scorso mese di gennaio in Cina e basato su quattro punti cardine: economia, turismo, cultura e sport. In questi mesi sono venuti a Macerata 16 ragazzi e 6 allenatori per il campus sportivo sul calcio, 18 ragazzi e 2 insegnanti per il campus di cultura e arte, un gruppo turistico di 20 persone, e tante altre iniziative promosse insieme all’organizzazione Via Soccer.

Print Friendly

Comments

comments