Diocesi: disponibile la nuova Agenda per l’Anno pastorale 2016-17

0
357

È già disponibile, rende noto la Diocesi di Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia, la nuova Agenda pastorale per l’anno 2016-17.

«Come dicevo nella mia lettera del giugno scorso intitolata “Verso il nuovo Piano pastorale” – scrive nell’introduzione il vescovo Nazzareno Marconi, riprendendo le anticipazioni già comunicate in occasione del Convegno svoltosi prima dell’estate (leggi Qui) , senza voler mettere in secondo piano nessun ufficio e nessuna tematica, ho tuttavia sentito il bisogno di ricentrare il nostro modo di lavorare attorno a tre centri pastorali, sia tematici che operativi: quello caritativo, quello catechetico e quello liturgico. Per questo – prosegue don Nazzareno – il tema del cammino triennale che ci apprestiamo a cominciare sarà: come possiamo vivere quella “conversione personale e pastorale” che papa Francesco ci chiede attraverso l'”Evangelii gaudium” e il discorso di Firenze, nei tre ambiti di coordinamento appena indicati?».

IMG_8558-1

Il Pastore della Chiesa maceratese, nella premessa, chiarisce altresì lo “stile” che si intende seguire nel cammino diocesano: «Come ho già più volte detto, preferisco dare inizio a percorsi piuttosto che celebrare eventi. Così come desiderio realizzare cose piccole, ma condivise e diffuse su tutto il territorio diocesano». Per questo, conclude Marconi rivolgendosi agli operatori pastorali e all’intera comunità di fedeli che potranno ricevere l’opuscolo, «vi prego di guardare con attenzione questa Agenda, che indica solo gli eventi di rilevanza diocesana, nei quali sarebbe bene evitare sovrapposizioni di altre proposte parziali, per poter vivere insieme come un’unica Diocesi». Infine, un riferimento alle potenzialità offerte oggi dal Web attraverso il sito diocesano: «Le Lectio di Avvento e Quaresima con cui vogliamo sottolineare in preghiera il tema pastorale dell’Anno, saranno trasmesse in streaming perchè si possano seguire anche da casa o in gruppi organizzati per parrocchie o Unità pastorali».

 

 

Print Friendly

Comments

comments