Presentata l’edizione “0” della tre giorni di eventi che si terrà a Recanati il prossimo fine settimana, 10 e 11 settembre, una manifestazione che ha l’obiettivo di valorizzare le caratteristiche di Recanati non solo quale terra natale di Leopardi e Gigli, ma anche di città del Buon Vivere.

Recanati Città del buon viverePresenti il vice sindaco Bravi (il Sindaco Fiordomo era impegnato a Castelsant’Angelo sul Nera per l’incontro dei Sindaci del maceratese con la Protezione Civile) e l’Assessore al Turismo Taddei il quale ha sottolineato come l’effige di «Recanati quale città del buon vivere» sia nata come brand circa sette anni fa. L’ispirazione è figlia di una riflessione di Fellini il quale quando la visitò per la prima volta disse – Recanati, città dove le menti si aprono – la città che oltre ai suoi figli illustri ha molto da offrire in termini di paesaggio, gastronomia e territori. Ed è questo lo scopo primario della manifestazione: scoprire Recanati lentamente offrendo al turista prospettive nuove d’intrattenimento».

Tanti i partner dell’iniziativa: da Tipicità a Slow Food, da Altra Eco al Circolo culturale filatelico (nell’occasione sarà presentata e venduta in anteprima una moneta incisa dal recanatese Ettore Frapiccini e dedicata alla Città che la Zecca dello Stato ha deciso di coniare), l’Assam che  promuoverà la biodiversità con degustazioni per conoscere la ricchezza delle varietà dei prodotti agricoli locali che sono in grado di raccontare e caratterizzare un territorio.

Lo Slow Food nello specifico, con i sui presidi, offrirà la possibilità di assaggiare, ma soprattutto conoscere, realtà gastronomiche d’eccezione, soprattutto tenterà di educare al gusto attraverso la presenza d i quattro laboratori dedicati al vino e ai formaggi.

Per l’Altra eco la manifestazione è una modalità importante per fare rete, saranno presenti con il loro Mercato Ti porto l’orto, che nasce con la filosofia di incentivare l’acquisto di beni alimentari a km 0, accorciando la filiera di distribuzione dei prodotti e creando un legame tra produttore e consumatore.

Tipicità è invece il partner strategico del progetto soprattutto per la comunicazione e la diffusione dell’evento. All’interno dell’evento la mostra curata a San Vito dal Circolo Filatelico, i convegni con la partecipazione della vice presidente della Regione Marche Anna Cesini e con l’Inrca Marche; i momenti ludici con spettacoli e stand gastronomici.

Ascolta l’intervista al sindaco Francesco Fiordomo concessa a Radio Nuova Macerata:

Print Friendly

Comments

comments