Intesa Sanpaolo per le aree colpite dal terremoto

L'Istituto ha varato una serie di iniziative in favore delle famiglie e delle imprese delle province di Rieti, Ascoli Piceno, Perugia, Macerata e Fermo

0
470

Il Gruppo Intesa Sanpaolo, presente nel territorio colpito dagli eventi sismici dello scorso 24 agosto, ha varato una serie di iniziative assicurative che si aggiungono a quelle già annunciate a ridosso dell’evento a favore delle famiglie e delle imprese delle province di Rieti, Ascoli Piceno, Perugia, Macerata e Fermo, che hanno subito danni a causa del terremoto.

Dopo aver stanziato un plafond di 250 milioni di euro per i finanziamenti finalizzati al ripristino delle strutture danneggiate, il Gruppo ha deciso di assumere un ulteriore impegno concreto e tangibile offrendo gratuitamente una serie di coperture assicurative in ambito danni e con l’attivazione di polizze vita a beneficio dei minori che abbiano perso uno o entrambi i genitori.

Tutti i minori di età che nell’evento hanno perso uno o entrambi i genitori beneficeranno di una polizza vincolata fino al raggiungimento della maggiore età che prevede un capitale garantito di 100.000 euro nel caso di perdita di un genitore e di 200.000 euro se sono mancati entrambi i genitori. Inoltre, il capitale garantito verrà incrementato del 50% nel caso in cui il ragazzo completerà il percorso di studi fino al conseguimento della laurea: 150.000 euro e 300.000 euro rispettivamente per la perdita di uno o entrambi i genitori.

Al raggiungimento della maggiore età, il capitale sarà corrisposto in forma rateizzata. Inoltre per tutti i clienti con residenza nei Comuni colpiti e che hanno polizze danni attive, Intesa Sanpaolo prevede il rinnovo gratuito delle polizze stesse in scadenza entro i prossimi 12 mesi. Per le polizze di protezione del capitale abbinate a prestiti e mutui ci sarà la possibilità di modulare la durata della polizza in coerenza con il piano di ammortamento del finanziamento.

Permangono le iniziative già annunciate lo scorso 24 agosto: prosegue la raccolta fondi per sostenere la popolazione del territorio senza commissioni, sono stati eliminati gli oneri su prelievi e nuovi finanziamenti ed è possibile posticipare i pagamenti sui finanziamenti in essere.

Print Friendly

Comments

comments