Sisma/26 Cene e pranzi della solidarietà in provincia

Modificato, inoltre, il programma delle celebrazioni patronali di San Giuliano a seguito dell'eventi sismici di queste ore

0
433

Un San Giuliano senza fuochi d’artificio né spettacoli musicali. Questa la scelta dell’Amministrazione comunale a seguito del momento di grave lutto che sta attraversando le regioni di Marche e Lazio. Piazza della Libertà sarà dedicata alla raccolta fondi per l’adozione di uno specifico progetto dedicato ai bambini in uno dei Comuni terremotati, oltre che ad alcune Cene della solidarietà.

Oltre agli stand gastronomici dell’Avis, della Croce verde e di altre Associazioni di volontariato, ci sarà infatti quello della Pro Loco che raccoglierà le offerte volontarie di tutti coloro che andranno a consumare il pasto. Un menù, integrato per l’occasione dal sugo all’amatriciana, il piatto tipico di Amatrice. Lo stand sarà aperto il 29 e 30 agosto solo a cena, mentre il 31 agosto sarà possibile consumare anche il pranzo.

Con le Cene della solidarietà l’Amministrazione comunale lancia quindi un progetto che è quello di costituzione di un fondo da destinare ad uno dei comuni terremotati per finanziare il recupero o la riqualificazione di un asilo nido o di una scuola. Un intervento che sarà concordato direttamente con quella Amministrazione comunale e che il Comune di Macerata seguirà come in un’adozione. Nei prossimi giorni sarà così aperto un conto corrente che nel tempo potrà essere incrementato da donazioni volontarie.

——————————————————————————————————

14067444_10210279554374357_6756492221565761067_nTuttavia anche alcuni privati si stanno mobilitando con iniziative di solidarietà legate al mondo della gastronomia.

Tra queste, Di Gusto italiano (sempre a Macerata, nel Centro storico) e l’agriturismo La Valle del Vento (a Treia, a pranzo, sabato 27 e domenica 28 agosto), in collaborazione con alcuni commercianti locali.

Inoltre a Tolentino, martedì 30 agosto, in piazza Togliatti, alle ore 20, si terrà un evento denominato Amatriciana per tutti con l’incasso devoluto, anche in questo caso, alle popolazioni colpite dal sisma.

Print Friendly

Comments

comments