Lì dove sono le origini di Treia, tra i resti del presidio romano (Trea), il Santuario del Santissimo Crocifisso rappresenta l’ideale luogo d’incontro e di preghiera tra i fedeli delle comunità che compongono il territorio comunale. La notizia dei danni causati dal terremoto e la sua conseguente chiusura, ha comprensibilmente provocato le domande e le preoccupazioni di tanti, residenti e non, per una città che registra, ad oggi, anche l’inagibilita’ della Concattedrale, nel Centro storico, e di altri luoghi di culto (leggi qui l’articolo), oltre ad almeno 50 persone costrette ad abbandonare la propria abitazione.

IMG_20160824_075130

I danni rilevati interessano in particolare la cupola del Santurio e la facciata, anche se ulteriori rilevi e valutazioni saranno svolte nei prossimi giorni. Tuttavia, i frati minori hanno deciso proseguire, per quanto possibile, nelle loro preghiere e consuete attività, anche in memoria di quanti hanno perso la vita sotto le macerie delle loro case. A tal scopo si stanno studiando possibili soluzioni per garantire sia lo svolgimento dei matrimoni in programma, sia per la celebrazione delle Messe, data la conclusione dell’estate e l’approssimarsi della stagione invernale.

IMG_20160824_074832

Chi volesse sostenere le attività del Santuario del Santissimo Crocifisso di Treia in questo momento così delicato, può contribuire versando un’offerta attraverso il conto corrente intestato a:

PROVINCIA PICENA SAN GIACOMO DELLA MARCA CONVENTO SS. CROCIFISSO

presso la BCC FILOTTRANO FILIALE DI TREIA

numero iban IT90E0854969210000040179080

causale: “Offerta per il terremoto – chiesa del SS. Crocifisso di Treia”

IMG_20160824_074906

Print Friendly

Comments

comments